A Napoli il più grande giardino sensoriale del Sud, progettato per i bambini

A Napoli, l’Istituto Figlie di Maria Ausiliatrice sta raccogliendo i fondi per realizzare un grande giardino sensoriale, nel chiostro dell’Istituto San Giovanni Bosco. Il progetto nasce per riqualificare la città offrendo uno spazio naturale all’interno dell’ambiente cittadino, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti.

Come si legge sul sito dell’isituto, i destinatari del progetto saranno in particolare bambini della fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni; qui potranno giocare e divertirsi, stimolando allo stesso tempo le loro percezioni sensoriali ed incentivando le proprie abilità.
Tutto ciò risulterà molto funzionale per lo sviluppo della propria auto-stima ed auto-consapevolezza fin dalla più giovane età, con notevoli benefici sulla salute psico-fisica.
Il giardino sensoriale sara in grado di dare un grande contributo al benessere psico-fisico ed emozionale di tutti i fruitori rappresentando al contempo un fantastico posto dove rilassarsi, riflettere, leggere, meditare, contemplare la natura e, non meno importante, socializzare.
Il percorso nel nostro giardino sensoriale partirà fin dall’ingresso al chiostro, accompagnati dai rumori della natura. Lungo il porticato troveremo piante che con il loro intenso profumo aiuteranno ad entrare in un’atmosfera di relax. Tutte le piante aromatiche dall’odore intenso aiuteranno a stimolare il senso dell’olfatto.
Seguirà poi l’angolo della vista; i benefici della cromoterapia sono conosciuti e per questo l’abbinamento dei colori in questo spazio è fondamentale. Lo spazio più bello e interessante soprattutto per i bambini, è quello del tatto; qui si potrà entrare in contatto con la natura attraverso un piccolo percorso composto da diversi materiali (sabbia, ciottoli, foglie, legno e altro) da attraversare a piedi nudi alla scoperta dei materiali e degli elementi naturali che lo compongono. Ma non ci si limiterà solo ad osservare la natura, si potrà toccare con mano cosa significhi piantare e prendersi cura di ciò che cresce attraverso i nostri laboratori di giardinaggio (ogni partecipante potrà portare a casa ciò che ha piantato e prendersene cura in autonomia).
Tutto ciò sara accompagnato dai rilassanti suoni che ci circondano; infatti, per il senso dell’udito é previsto oltre al rumore delle foglie mosse dal vento, il cinguettio degli uccellini. e lo scrosciare una piccola cascata e da un laghetto che renderanno l’atmosfera ancora più emozionante.
Per concludere i partecipanti potranno entrare nell’angolo dedicato al gusto dove avranno la possibilità di assaporare realmente i frutti della terra. Vari alberi da frutto ed erbe commestibili saranno a disposizione per essere assaggiati. Non mancheranno nel giardino zone dedicate al riposo, quali panche o sedute, dove ci si potrà fermare e godere le emozioni che la natura ci offre.

FONTI