L’ATLANTE DELLE EMOZIONI

Oggi, sul blog “A scuola di emozioni“, abbiamo appreso dalla penna (digitale) di Francesca de Robertis che Paul Ekman, con il sostegno del Dalai Lama, sta realizzando un Atlante delle Emozioni, un progetto interattivo con l’obiettivo di ampliare il lessico emotivo di adulti e bambini.

Per intenderci, Paul Ekman è lo psicologo che negli anni Settanta classificò le emozioni universali, ed è tuttora un pioniere nel campo delle emozioni. Secondo il Times, nel 2006 era una delle 100 persone più influenti al mondo.

Secondo il Dalai Lama, costruire una mappa delle emozioni è necessario per sviluppare una mente calma. L’Atlante delle emozioni dovrebbe servire per esplorare le emozioni, per diventare consapevoli di esse. La consapevolezza delle emozioni, infatti, include la conoscenza delle cause che le scatenano, delle nostre reazioni e del modo in cui reagiamo a un’emozione.

La consapevolezza è, già da sé, una strategia per gestire le emozioni in modo migliore (è uno dei pilastri dell’intelligenza emotiva). Non si tratta di banalizzare le emozioni, né di standardizzarle: piuttosto, l’Atlante si propone come supporto per sviluppare strategie di buona gestione emotiva.

Questo progetto è ambizioso e interessante: l’educazione emotiva (e, nella sua forma più evoluta, l’educazione sentimentale) sono temi che stanno guadagnando spazio nelle scuole di tutto il mondo, Italia compresa. Quello che manca, è un set di strumenti condivisi ed efficaci. L’Atlante potrebbe diventare un punto di riferimento, in questo senso.

Se vuoi approfondire questo progetto, ti suggeriamo di visitare il sito ufficiale “Atlas of Emotions” (è disponibile anche in traduzione italiana).