Bimbo vende tutte le sue carte Pokemon per pagare le cure al cane malato

Una storia a lieto fine per riflettere sulla bontà e la generosità dei più piccoli.

Qualche settimana fa in Virginia (USA) Bryson, un bambino di otto anni, ha deciso di mettere in vendita le sue carte Pokémon per pagare le cure mediche per il suo cane Bruce che soffriva di parvovirus canino.

Bryson, dopo aver saputo che il suo cane era stato colpito da un virus intestinale potenzialmente letale, ha allestito nel suo cortile una vendita di beneficenza della sua collezione di carte Pokemon, raccogliendo oltre 700 dollari. La sua mamma, invece, ha organizzato una raccolta online su GoFundMe, con cui ha raccolto più di 5.000 dollari per curare Bruce.

Le buone intenzioni di Bryson sono arrivate alle orecchie di The Pokémon Company International, che ha pensato di premiare il generoso bambino e gli ha inviato un pacco regalo. All’interno c’era una nota con scritto quanto segue: “Ciao Bryson, siamo stati molto ispirati dalla tua storia e dal tuo impegno nel salvare il tuo cane. Qui troverai alcune carte con cui potrai sostituire quelle che hai venduto.”

Al momento, il cucciolo Bruce è in condizioni stabili e continua a migliorare. I genitori di Bryson hanno comunicato ai sostenitori che non tutto il denaro donato è stato utilizzato per il trattamento di Bruce, e che pertanto sarà destinato ad altri animali domestici malati.

Il parvovirus canino può colpire i cuccioli di cane e gatto e anche gli adulti. Si tratta di un virus altamente contagioso che colpisce principalmente l’apparato digerente e cardiovascolare, quindi è fondamentale che ci si rivolga immediatamente al veterinario di famiglia affinché la malattia venga diagnosticata e curata in tempo.

Ultimi articoli:

Fonte: bbc.co.uk
Copertina: KIMBERLEY WOODRUFF/FACEBOOK