Categoria: storia

Schede didattiche di storia – classe seconda

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Discipline:
🔴 Italiano
🟠 Matematica
🟡 Inglese
🟢 Storia
🔵 Geografia
🟣 Scienze
🔴 Arte e immagine
🟠 Educazione civica
↩️ Tutte le schede

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Schede didattiche di storia per la classe terza

In questa sezione potete trovare le nostre schede didattiche di storia per classe terza. Cliccate sulle immagini o sui pulsanti per scoprire tutte le schede disponibili e per stamparle.

Schede didattiche di storia per la classe terza

Su portalebambini.it potete trovare una raccolta di schede didattiche per i bambini della scuola primaria. Le schede si dividono in: 1) schede e tavole riassuntive, per ripassare i concetti fondamentali delle varie discipline ed organizzarli graficamente in modo gerarchico, 2) esercitazioni, progettate in modo da facilitare l’apprendimento dei concetti.

Le nostre esercitazioni seguono le buone pratiche individuate dagli studi scientifici. Ad esempio, al fondo di ciascuna scheda è presente un piccolo box di autovalutazione, da utilizzare dopo la correzione in classe. In questo modo i bambini riceveranno un feedback immediato del loro lavoro.
Vale la pena notare che queste schede didattiche non sostituiscono la didattica tradizionale, i lavori sul quaderno, gli esercizi di dettatura e le altre pratiche che da decenni si impiegano con successo nella scuola primaria. Al contrario, li proponiamo ad integrazione e potenziamento del buon lavoro svolto in classe, oppure come esercitazioni per il recupero delle competenze.

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Discipline:
🔴 Italiano
🟠 Matematica
🟡 Inglese
🟢 Storia
🔵 Geografia
🟣 Scienze
🔴 Arte e immagine
🟠 Educazione civica
↩️ Tutte le schede

Tag: schede didattiche di storia classe terza, schede di storia classe terza, esercizi di storia classe terza, verifiche di storia classe terza

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

I Babilonesi

In questo articolo troverete i nostri materiali sui babilonesi per la scuola primaria.

Indice:
Riassunto
Approfondimenti
Quiz online
Schede didattiche

I babilonesi

Riassunto

  • Dove vivevano: la civiltà babilonese si sviluppò in Mesopotamia, la regione fertile compresa tra i fiumi Tigri ed Eufrate. La capitale del regno era la città di Babilonia.
  • Linea del tempo: la civiltà babilonese si sviluppò tra il 1800 a.C. (inizio del regno del re Hammurabi) e il 539 a.C (anno in cui Babilonia fu conquistata dai persiani).
  • Governo e società: la civiltà babilonese era governata da un re. La società era divisa in uomini liberi, che possedevano terre e ricchezze, uomini semi-liberi, che si dedicavano all’agricoltura e all’artigianato e schiavi, che svolgevano i compiti più pesanti.
  • Economia: la società babilonese si basava sull’agricoltura, sull’allevamento, sull’artigianato e sul commercio.
  • Religione: i babilonesi erano politeisti e veneravano molti dei diversi. Le divinità principali erano Marduk e Ishtar.
  • Arte e architettura: Babilonia era tra le più grandi e più belle città del suo tempo. I suoi giardini pensili sono annoverati tra le sette meraviglie del mondo antico. La porta di Ishtar, attraverso cui si entrava nella città, è visibile ancora oggi.
  • Cultura: i babilonesi conoscevano la scrittura cuneiforme. Realizzarono le prime leggi scritte della storia umana, il codice di Hammurabi.
  • Tecnologia: i babilonesi scoprirono come realizzare dei canali di irrigazione che sfruttavano le piene del fiume Tigri. Inoltre erano ottimi astronomi e matematici: inventarono il sistema numerico sessagesimale – con base 60 -, che utilizziamo ancora oggi per misurare il tempo (in un’ora ci sono 60 minuti, in un minuto ci sono 60 secondi, etc.).
  • Conflitti: i babilonesi avevano un esercito ben organizzato, grazie al quale conquistarono le città-stato sumere in Mesopotamia. I babilonesi si scontrarono più volte con gli assiri, per il controllo della Mesopotamia. L’impero babilonese fu conquistato dai persiani nel 539 a.C.

Approfondimenti e curiosità

Le origini – Gli Amorrei erano una popolazione di pastori nomadi, che abitavano nelle steppe mediorientali. A partire dal 2000 a.C. questo popolo invase la Mesopotamia, alla ricerca di terre fertili. In Mesopotamia gli Amorrei fondarono la città di Babilonia (chiamata anche Babele).

Il regno babilonese – Gli Amorrei avevano un esercito ben organizzato, con il quale conquistarono alcune città dei Sumeri. Nacque così il regno babilonese.

Hammurabi – Il re Hammurabi, che regnò tra il 1800 a.C. E il 1750 a.C. conquistò tutta la Bassa Mesopotamia. Sotto di lui il regno babilonese raggiunse la sua massima espansione e Babilonia divenne una grande capitale. Hammurabi capì che il suo regno aveva bisogno di regole scritte e uguali per tutti: per questo ideò il Codice di Hammurabi, la prima raccolta di leggi della storia.

Il declino di Babilonia – Dopo il 1500 a.C. il regno babilonese fu invaso dagli Assiri e cominciò a indebolirsi. Intorno al 600 a.C. con il re Nabucodonosor, Babilonia riacquistò il suo splendore e per mezzo secolo divenne una delle più belle città della storia antica, prima di essere conquistata dai Persiani.

La società babilonese – La popolazione babilonese era divisa in tre classi sociali:
1) Uomini liberi, che possedevano terre e ricchezze. Il re e i sacerdoti venivano scelti tra gli uomini liberi. La legge babilonese proteggeva e avvantaggiava gli uomini liberi.
2) Uomini semi-liberi, che lavoravano per un padrone in cambio di casa, cibo e protezione. Gli uomini semi-liberi erano contadini e piccoli artigiani.
3) Schiavi, costretti a servire un padrone per tutta la vita. Gli schiavi erano prigionieri di guerra, condannati o debitori ed erano privi di qualsiasi diritto.

Quiz online

Mettetevi alla prova con questo quiz a risposta multipla per testare le vostre conoscenze sui babilonesi.

I babilonesi

1 / 10

La città di Babilonia fu fondata dal popolo degli Amorrei.

2 / 10

Gli Amorrei erano un popolo di:

3 / 10

Gli Amorrei avevano un esercito ben organizzato, grazie al quale conquistarono alcune città sumere.

4 / 10

La civiltà babilonese raggiunse il suo massimo splendore sotto il re:

5 / 10

Il "codice di Hammurabi" fu:

6 / 10

Qual'era la capitale del regno babilonese?

7 / 10

Il regno babilonese si indebolì a causa delle guerre contro:

8 / 10

Il regno babilonese fu conquistato dai persiani.

9 / 10

La popolazione del regno babilonese era divisa in: uomini liberi, uomini semi-liberi e schiavi.

10 / 10

Gli schiavi a Babilonia godevano di molti diritti ed erano protetti dalle leggi del regno.

Schede didattiche

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Tag: babilonesi, babilonesi scuola primaria

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Le guerre persiane

In questa sezione potete trovare i nostri materiali sulle guerre persiane per la scuola primaria.

Indice

Obiettivi

  • Conoscere le ragioni che portarono allo scoppio delle guerre persiane;
  • Conoscere i principali eventi storici delle guerre persiane e le loro conseguenze sulla civiltà greca.

Le guerre persiane

Le due guerre persiane furono combattute tra le polis greche e l’Impero persiano. Tutto ebbe inizio nel con la Rivolta Ionica: le polis greche dell’Asia Minore si ribellarono al dominio persiano e la città di Atene, guidata da Aristagora, inviò un messaggio di aiuto a Sparta e ad altre città greche.

Dopo alcuni anni, l’Impero Persiano, guidato dal re Dario I, decise di vendicarsi dei ribelli greci. Nel 490 a.C., le forze persiane sbarcarono sulla pianura di Maratona, vicino ad Atene. Gli Ateniesi riuscirono a respingere l’attacco persiano, ottenendo una grande vittoria per la Grecia.

Nonostante la sconfitta di Maratona, i Persiani non si arresero. Dopo la morte di Dario I, suo figlio Serse I prese il controllo dell’Impero Persiano e decise di invadere la Grecia nel 480 a.C. L’enorme esercito persiano attraversò l’Ellesponto, un stretto di mare, su un ponte di barche costruito appositamente per l’occasione.

La città di Atene si preparò per l’invasione costruendo una flotta navale, mentre Sparta inviò un piccolo contingente di soldati. La battaglia più famosa di questa guerra fu quella delle Termopili, dove 300 guerrieri spartani guidati dal re Leonida resistettero eroicamente contro l’esercito persiano per tre giorni. Nonostante la loro sconfitta, diedero il tempo necessario alle altre città greche per prepararsi alla guerra.

La flotta greca, guidata dal comandante Temistocle, si scontrò con la flotta persiana nella battaglia di Salamina. Nonostante fossero in netta inferiorità numerica, i Greci riuscirono a sconfiggere i Persiani grazie alle loro tattiche e alla conoscenza dei mari locali. Questa vittoria fu un punto di svolta nella guerra.

Nel 479 a.C., l’esercito greco si riunì per affrontare l’esercito persiano nella battaglia di Platea. I Greci, guidati da Pausania di Sparta, inflissero una sconfitta decisiva alle forze persiane, mettendo fine alle Guerre Persiane.

Le Guerre Persiane ebbero un impatto significativo sulla storia dell’antica Grecia. I Greci, nonostante fossero in minoranza numerica, riuscirono a difendere la loro libertà e indipendenza contro l’enorme Impero persiano.

Schede didattiche

In arrivo…

Flashcard

In arrivo…

Quiz online

Mettetevi alla prova con questo quiz a risposta multipla per testare le vostre conoscenze sulle guerre persiane.

Le guerre persiane

1 / 9

L'Impero persiano attaccò le polis greche in Asia Minore perché:

2 / 9

Chi aiutò le polis greche dell'Asia Minore a ribellarsi ai persiani?

3 / 9

La prima guerra persiana fu vinta dall'Impero persiano.

4 / 9

Come si chiamava il re che guidava l'Impero persiano durante la prima delle guerre persiane?

5 / 9

Nella battaglia di Maratona l'esercito delle polis greche sconfisse quello persiano.

6 / 9

Dopo la morte di Dario I, suo figlio Serse firmò un trattato di pace con le polis greche.

7 / 9

La flotta di Atene sconfisse quella persiana nella battaglia navale di:

8 / 9

Quale dei due eserciti era in superiorità numerica durante le guerre persiane?

9 / 9

Chi vinse la seconda guerra persiana?

Verifica

In arrivo…

Approfondimenti

In arrivo…

Tag: guerre persiane, guerre persiane scuola primaria

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

La polis di Sparta

In questa sezione potete trovare i nostri materiali sulla polis di Sparta per la scuola primaria.

Indice

Obiettivi didattici

  • Conoscere i principali aspetti storici e culturali della polis di Sparta.

La polis di Sparta

Sparta fu una famosa polis greca (insieme ad Atene è una delle due grandi polis della Grecia classica), fondata dalla popolazione dei Dori intorno al 1000 a.C.
La città di Sparta si trovava nella penisola del Peloponneso e non aveva porti o accessi sul mare. Rispetto alle altre polis greche, Sparta non aveva mura difensive e non aveva un’acropoli: era formata da quattro villaggi vicini, uniti da un reticolo di strade. La sua ricchezza derivava dall’agricoltura.
La civiltà di Sparta era divisa in tre classi sociali: gli spartiati, uomini liberi che governavano la polis e prendevano parte alla vita politica, possedevano la terra e combattevano nell’esercito; i perieci, uomini liberi che si dedicavano al commercio e all’artigianato ma non avevano diritti politici; gli iloti, schiavi catturati in guerra, che coltivavano la terra e non godevano di alcun diritto.
A capo della polis c’erano due re, eletti dall’assemblea degli spartiati. Questi sovrani governavano insieme. La polis di Sparta, dunque, era un’oligarchia: il governo era concentrato nelle mani di pochi uomini.
Gli spartiati erano guerrieri formidabili: venivano addestrati all’uso delle armi sin dalla più tenera età e, al compimento del settimo anno, venivano allontanati dalla famiglia e cresciuti in caserme, sotto la guida degli educatori della polis, che avrebbero insegnato loro a leggere e scrivere.
A differenza delle altre polis greche, in cui le donne erano relegate in casa e non godevano di alcun diritto, a Sparta erano libere e avevano un ruolo importante nella vita della città.

Schede didattiche

In arrivo…

Flashcard

In arrivo…

Quiz online

Mettetevi alla prova con questo quiz a risposta multipla per testare le vostre conoscenze sulla polis di Sparta.

La polis di Sparta

1 / 10

In quale regione della Grecia si trovava la città di Sparta?

2 / 10

La città di Sparta aveva un grande porto.

3 / 10

In cima alla piramide sociale a Sparta si trovavano:

4 / 10

Qual'era la forma di governo della polis di Sparta?

5 / 10

I perieci erano uomini liberi che però non avevano diritti politici. Erano artigiani e commercianti.

6 / 10

Gli spartiati si allenavano in caserma sin da piccoli.

7 / 10

La città di Sparta era protetta da mura altissime.

8 / 10

Come si chiamavano gli schiavi a Sparta?

9 / 10

Le donne a Sparta avevano più diritti rispetto alle altre polis greche.

10 / 10

Qual'era la principale attività economica praticata a Sparta?

Verifica

In arrivo…

Approfondimenti

In arrivo…

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Tag: sparta scuola primaria, gli spartani, la polis di sparta

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

La polis di Atene

In questa sezione potete trovare i nostri materiali sulla polis di Atene per la scuola primaria.

Indice

Obiettivi didattici

  • Conoscere la storia della polis di Atene;
  • Conoscere le ragioni che portarono alla nascita della democrazia ad Atene.

La polis di Atene

Atene fu la più famosa polis greca dell’antichità. Questa città venne fondata dagli Ioni nella pianura dell’Attica: un terreno fertile e protetto naturalmente dalle montagne. Atene si estendeva fino al mare e il suo porto, il Pireo, permise alla città di sviluppare un’attività commerciale fiorente e redditizia. Il cuore della città era l’acropoli, un pianoro rialzato nel quale si trovavano i templi, come il Partenone. Gli ateniesi si dedicavano all’agricoltura, alla pastorizia, all’artigianato e soprattutto al commercio con le altre poleis.

Atene è conosciuta per essere stata la prima grande democrazia del mondo occidentale: i suoi abitanti, suddivisi in 10 tribù, eleggevano i loro rappresentanti che formavano l’Assemblea (bulè). Questa, composta da 500 membri delle tribù, si occupava di proporre le leggi e si occupava della vita politica della città.
In origine, ad Atene c’era un governo aristocratico e solo i nobili prendevano parte alla vita politica della città. Fu sotto la guida del saggio Solone che la città abbracciò la democrazia, abolendo definitivamente le classi sociali: finalmente, i cittadini, erano considerati uguali a prescindere dalla loro ricchezza. Qualsiasi ateniese libero poteva essere eletto all’interno dell’Assemblea; ne erano esclusi, invece, gli schiavi, gli stranieri e le donne.

Flashcard

In arrivo…

Schede didattiche

In arrivo…

Quiz online

Mettetevi alla prova con questo quiz a risposta multipla per testare le vostre conoscenze sulla polis di Atene.

La polis di Atene

1 / 10

Dov'era situata la città di Atene?

2 / 10

Che termine utilizzavano i greci per indicare le loro città?

3 / 10

Gli abitanti di Atene erano divisi in dieci:

4 / 10

Atene fu fondata dal popolo degli:

5 / 10

Quale attività permise ad Atene di arricchirsi?

6 / 10

Quale forma di governo adottò Atene?

7 / 10

Dove si trovavano i templi ad Atene?

8 / 10

Ad Atene non esisteva la schiavitù.

9 / 10

Qual'era il luogo in cui i cittadini ateniesi si incontravano per discutere e commerciare?

10 / 10

Ad Atene le donne godevano di molta libertà, praticavano lo sport e prendevano parte all'Assemblea.

Verifica

In arrivo…

Approfondimenti

In arrivo…

Schede di storia:
🔴 Storia – Classe prima
🟠 Storia – Classe seconda
🟡 Storia – Classe terza
🟢 Storia – Classe quarta
🔵 Storia – Classe quinta
↩️ Storia – Tutte le schede

Tag: atene scuola primaria, polis di atene

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.