×
Home Cuorfolletto Creative Shop Educazione positiva Schede didattiche Storie Disegni da colorare Feste e giornate Filastrocche Giochi Lavoretti Libro dei nomi Frasi e aforismi Buongiorno Buonanotte Auguri Chi siamo Pubblicazioni Contatti Privacy policy

Categoria: storie

Storie e Racconti sulla Primavera

In questa pagina potete trovare una raccolta di storie e racconti sulla primavera: antiche leggende popolari che spiegano l’origine dei fiori primaverili, ma anche fiabe per riflettere e per crescere, sempre legate ai temi della natura. La maggior parte dei testi sono disponibili anche come audiofiabe, doppiate dall’attrice Virginia Billi.

STORIE E RACCONTI DI PRIMAVERA

IL BRUCO MANGIANOIA E L’APE

Un racconto per insegnare ai bambini l’importanza di tutelare la biodiversità e per conoscere il mondo delle api in compagnia del magico e colorato Bruco Mangianoia.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

LA LEGGENDA DELLE PRIMULE

Una delle più belle leggende popolari sull’arrivo della primavera e sui fiori selvatici che annunciano la bella stagione, le primule.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

LA LEGGENDA DELLE MARGHERITE

Sapete come sono nate le margherite? Lo scoprirete leggendo o ascoltando la leggenda delle margherite.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

L’ALBERO TRISTE

Una bella storia a proposito della diversità e dei ritmi della natura: l’albero protagonista, in fondo, rappresenta tante e tanti di noi.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

LA VERA STORIA DELLA LEPRE DI PASQUA

Conoscete l’origine della Lepre di Pasqua (secondo la tradizione non è un coniglio!)? Questo personaggio legato alla primavera è antichissimo e risale addirittura alle tradizioni medievali germaniche.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

LA LEGGENDA DEI DENTI DI LEONE

I denti di leone (il vero nome è tarassaco, mentre in diverse regioni italiane sono conosciuti anche come denti di cane) sono uno dei fiori spontanei più comuni in primavera. Una volta, i contadini utilizzavano le loro foglie per preparare delle gustose insalate e bollivano i boccioli dei loro fiori con l’aceto, come i capperi.
Forse non sapete che esiste una leggenda irlandese secondo cui i denti di leone discenderebbero nientemeno che… leggete il testo per scoprirlo!

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

LA ROSA E IL RANOCCHIO

Un racconto breve per insegnare – attraverso la natura – che è impossibile fare a meno degli altri e che ciascuno di noi è prezioso.

Cliccate qui per leggere e scaricare il testo.

I vostri bambini amano colorare? Scoprite l’activity book di primavera di Cuorfolletto: all’interno del libro troverete oltre 50 schede da completare e colorare. Attività di pregrafismo, giochi per allenare il gesto grafico, piccole sfide per stimolare il pensiero logico e spaziale e tanti disegni per accogliere la nuova stagione.

Activity book di primavera
Età: 2-6 anni
€ 4,99
(oltre 50 schede-gioco)

Speciale primavera:
🟢 Addobbi
🟢 Dettati e pensierini
🟢 Disegni
🟢 Filastrocche
🟢 Frasi
🟢 Lavoretti
🟢 Mandala
🟢 Pregrafismo
🟢 Racconti
🟢 Schede didattiche (in arrivo…)
↩️ Tutte le risorse

State cercando attività e laboratori da proporre in primavera? Scoprite il Maxi Pack – Primavera sul Cuorfolletto Creative Shop: all’interno troverete il nostro “Canto di primavera”, un racconto poetico accompagnato dai nostri laboratori di scrittura e tante altre attività dedicate alla nuova stagione.

Tag: storie primavera

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Storie di Carnevale

In questa sezione potete trovare le nostre storie di Carnevale per i più piccoli.

Storie di Carnevale

I nostri libri:

PER EDUCARE CON LE FAVOLE:

Per aiutare i più piccoli a riconoscere le emozioni e a coltivare le buone pratiche che ci fanno stare meglio abbiamo scritto la raccolta di racconti “Cuorfolletto e i suoi amici”.

libri cuorfolletto e i suoi amici

Speciale Carnevale:
🥳 Disegni di Carnevale
🎉 Filastrocche di Carnevale
🎲 Giochi di Carnevale
🎈 Lavoretti per Carnevale
🥳 Maschere da ritagliare
🎉 Maschere italiane di Carnevale
🎈 Schede didattiche di Carnevale
🥳 Storie di Carnevale

Le maschere del Carnevale italiano:
🎉 Arlecchino (Bergamo, Lombardia)
🎈 Balanzone (Bologna, Emilia-Romagna)
🥳 Beppe Nappa (Sicilia)
🎉 Brighella (Bergamo, Lombardia)
🎈 Capitan Spaventa (Liguria)
🥳 Colombina (Venezia, Veneto)
🎉 Coviello (Napoli, Campania)
🎈 Gianduja (Piemonte)
🥳 Giangurgolo (Calabria)
🎉 Gioppino (Bergamo, Lombardia)
🎈 Mamuthones (Sardegna)
🥳 Meneghino (Milano, Lombardia)
🎉 Meo Patacca (Roma, Lazio)
🎈 Mosciolino (Ancona, Marche)
🥳 Pantalone (Venezia, Veneto)
🎉 Pierrot (Italia)
🎈 Pulcinella (Napoli, Campania)
🥳 Rugantino (Roma, Lazio)
🎉 Stenterello (Firenze, Toscana)
🎈 Tartaglia (Napoli, Campania)

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Il pupazzo di neve

Il pupazzo di neve è un racconto de “Le avventure di Cuorfolletto“, testi semplici e adatti anche ai più piccoli, disponibili in stampato maiuscolo e accompagnati da tante attività didattiche.

Il pupazzo di neve

STA NEVICANDO. MARTA E CUORFOLLETTO VOGLIONO COSTRUIRE UN PUPAZZO DI NEVE. LA BAMBINA INDOSSA IL CAPPELLO, I GUANTI E LA SCIARPA E CORRE IN GIARDINO.
MARTA SI METTE AL LAVORO COL MASSIMO IMPEGNO. MODELLA IL CORPO, LA TESTA E AGGIUNGE LE BRACCIA, UNA SCIARPA COLORATA, DUE BOTTONI COME OCCHI.
«MI HAI COSTRUITO PROPRIO BENE» ESCLAMA IL PUPAZZO DI NEVE, PERÒ MI MANCA IL CAPPELLO».
MARTA E CUORFOLLETTO TORNANO IN CASA E CERCANO DAPPERTUTTO, MA NON TROVANO NESSUN CAPPELLO.
ALLORA DECIDONO DI ANDARE A COMPRARE UN CAPPELLO, MA IN PAESE C’È TANTISSIMA GENTE E LA BAMBINA NON RIESCONO A TROVARE IL NEGOZIO.
MARTA E CUORFOLLETTO CHIEDONO AIUTO A UN SIGNORE CON UN CAPPELLO DI FELTRO.
«CI SCUSI, DOVREMMO COMPRARE UN CAPPELLO PER IL NOSTRO PUPAZZO DI NEVE. POTREBBE INDICARCI LA STRADA?»
IL SIGNORE SI TOGLIE IL CAPPELLO E LO DÀ A MARTA. «PRENDI QUESTO. SONO SICURO CHE STARÀ BENISSIMO AL VOSTRO PUPAZZO. VE LO REGALO.»
MARTA E CUORFOLLETTO TORNANO A CASA E METTONO IL CAPPELLO DI FELTRO AL PUPAZZO DI NEVE. ADESSO È PROPRIO PERFETTO!

Schede didattiche

Questo racconto è disponibile anche come testo in sequenze da riordinare e abbinare alle illustrazioni. I bambini dovranno ritagliare i cartellini con le sequenze narrative, quelli con le illustrazioni e infine dovranno incollarli sul quaderno nell’ordine corretto: sequenza + illustrazione, sequenza + illustrazione, etc.

Vi proponiamo anche una seconda attività didattica a partire da questo racconto. Questa volta si tratta di un semplice laboratorio emotivo: per ciascuna delle 8 sequenze, chiedete ai bambini di identificare l’emozione provata da Marta in quell’istante. Poi, scegliete un colore diverso per rappresentare ciascuna emozione e colorate Cuorfolletto con quel colore. Potete ispirarvi ai colori che abbiamo utilizzato nel libro Cuorfolletto e i suoi amici e in Brunello il pipistrello oppure realizzare la vostra palette personale.

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Storie e leggende su Santa Lucia

In questo articolo troverete la leggenda di Santa Lucia, adattata per bambini. Della leggenda esistono diverse versioni: quella “storica”, che narra della morte della Santa, quella che spiega perché in alcune regioni d’Italia la santa porti i doni ai bambini e quella del suo asinello.

Indice:
La leggenda dei doni di Santa Lucia
La leggenda di Santa Lucia

La leggenda dei doni di Santa Lucia

Tanto tempo fa, i bambini della città di Verona si ammalarono di una strana malattia che colpiva gli occhi e impediva di vedere bene. Nessun dottore riuscì a curare quel male. Le famiglie più ricche fecero chiamare i dottori più famosi del paese, ma fu tutto inutile. Poveri bambini!
I genitori, preoccupati, decisero di organizzare un pellegrinaggio a piedi scalzi, fino alla chiesa di Sant’Agnese e Santa Lucia, che si trovava al centro della città. Santa Lucia proteggeva gli occhi di grandi e piccini e li avrebbe aiutati; ma quando chiesero ai bambini di seguirli, quelli si rifiutarono: un pellegrinaggio? Che noia! Uscire a piedi scalzi d’inverno? E senza mantello? Che pazzia! Nessuno di loro volle accompagnare i genitori.
Il babbo di uno dei piccoli ammalati, allora, ebbe un’idea: promise ai suoi figli che se avessero compiuto il pellegrinaggio, Santa Lucia avrebbe portato dei doni a ciascuno di loro. Anche gli altri genitori lo imitarono e i bambini accettarono entusiasti: appesero le loro mantelle al chiodo, poi uscirono di casa.
Mentre i bambini erano in chiesa, l’uomo che aveva avuto l’idea dei doni fece vestire di bianco la maggiore delle sue figlie, la fece montare in groppa al loro l’asinello; poi la condusse per tutte le strade della città, lasciando un pacco di doni davanti alla porta di ogni casa.
Quando i bambini terminarono le loro preghiere, tornarono a casa e trovarono i pacchi colorati: dentro c’erano canditi, frutta secca e piccoli giocattoli di legno e di coccio. Tutta la città fece una gran festa e dopo qualche giorno, grazie all’aiuto di Santa Lucia, i bambini guarirono dalla malattia.
Da allora, il 13 dicembre è un giorno speciale: infatti, i bambini buoni attendono l’arrivo di Santa Lucia, che porta i doni a cavallo del suo asinello.

Testo semplificato

TANTO TEMPO FA I BAMBINI DI VERONA SI AMMALARONO GRAVEMENTE E NESSUN DOTTORE RIUSCÌ A CURARLI.
I LORO GENITORI ORGANIZZARONO UN PELLEGRINAGGIO A PIEDI SCALZI FINO ALLA CHIESA DI SANTA LUCIA, PER CHIEDERE ALLA SANTA DI GUARIRE I BAMBINI.
I BAMBINI PERÒ SI RIFIUTARONO DI ACCOMPAGNARE I GENITORI PERCHÉ ERA BUIO E FACEVA FREDDO.
UN PAPÀ EBBE UN’IDEA: DISSE LORO CHE SE AVESSERO COMPIUTO IL PELLEGRINAGGIO, SANTA LUCIA AVREBBE PORTATO DEI DONI A CIASCUNO.
MENTRE I BAMBINI ERANO IN CHIESA, L’UOMO FECE VESTIRE SUA FIGLIA DA SANTA LUCIA E LA FECE SALIRE SU UN ASINELLO.
QUANDO I BAMBINI USCIRONO DALLA CHIESA, LA RAGAZZA DISTRIBUÌ A OGNUNO DI LORO UN PICCOLO DONO. IL GIORNO DOPO I BAMBINI GUARIRONO DALLA MALATTIA.

Schede da stampare

Nota: in alcune regioni dell’Italia settentrionale (Veneto, Trentino e Lombardia) è Santa Lucia, a portare i doni natalizi ai bambini buoni, sostituendo San Nicola/Babbo Natale. Questa è una delle leggende popolari che ci spiegano il motivo di quest’usanza.

La leggenda di Santa Lucia

Santa Lucia nacque in una nobile famiglia di Siracusa, in Sicilia. La bambina rimase orfana di padre e quando aveva appena 5 anni, la madre si ammalò gravemente. Lucia, che era una devota cristiana, trascinò la madre fino a Catania, per chiedere a Sant’Agata di guarirla. Le due si recarono a Catania e si misero a pregare sul sepolcro della santa. Mentre pregava, Lucia ebbe una visione: Sant’Agata apparve alla bambina, dicendole che era bastata la sua fede a guarire la madre e che un giorno sarebbe diventata santa. Quando la ragazza si risvegliò, la madre era guarita.
Da quel giorno Lucia cominciò a distribuire i suoi averi ai poveri e si dedicò anima e corpo a servire il Signore sulla Terra. Un giorno, un giovanotto di nobili origini chiese la mano di Lucia, ma la ragazza lo rifiutò. Il ragazzo, deluso e amareggiato, corse a denunciarla al prefetto di Siracusa: a quei tempi, infatti, i cristiani venivano perseguitati e uccisi.
Lucia venne portata dinnanzi al tribunale e lì confessò a tutti di essere una cristiana convinta. Non solo: disse apertamente la giudice che non avrebbe mai rinnegato la sua fede. Il prefetto, in un primo tempo, cercò di farle cambiare idea, ma non ci riuscì. Decise così di imprigionarla, con la speranza che la vita dura della prigione l’avrebbe convinta a rinunciare alla sua religione. Ma quando i soldati presero Lucia, non riuscirono a spostarla di un centimetro dall’aula del tribunale. Provarono a legarla e perfino a farla trascinare dai buoi, ma non ci fu modo di smuovere la ragazza.
Il prefetto, di fronte a quel portento, si convinse che Lucia era una strega, e ordinò ai soldati di darle fuoco e di bruciarla viva. Ma le fiamme, divamparono nell’aula del tribunale, ma non toccarono la ragazza: era come se la evitassero di proposito. Quando l’incendio si fu placato, il prefetto ordinò ai soldati di uccidere Lucia con le loro spade. Era il 13 dicembre dell’anno 304. Prima di morire, Lucia profetizzò che da lì a breve l’impero avrebbe smesso di perseguitare i cristiani. E infatti, pochi anni dopo, l’imperatore Costantino, con un editto, legalizzò il culto cristiano.

Speciale Santa Lucia:
📚 Storie e leggende su Santa Lucia
🎵 Filastrocche su Santa Lucia
✏️ Disegni di Santa Lucia da colorare
✂️ Lavoretti per Santa Lucia

Tag: storia santa lucia, leggenda santa lucia, leggenda di santa lucia per bambini

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Storie di Natale

In questa sezione potete trovare tante storie di Natale per i più piccoli.

Storie di Natale

Raccontare una storia è molto più di una semplice forma d’intrattenimento. È relazione, alfabetizzazione emotiva, è condivisione. È educazione nella sua forma più pura. Nulla è più efficace e moderno che raccontare una storia per educare alle emozioni.

È per queste ragioni che dedichiamo una grande attenzione alle storie, a favole e fiabe e ai grandi miti su portalebambini.it. Dal 2014 ad oggi abbiamo raccolto più di 500 testi, dai grandi classici ai nostri racconti, tutti illustrati e corredati da una grande quantità di materiali extra: audiofiabe, racconti illustrati da stampare, laboratori creativi e personaggi da colorare. Diffondere la buona pratica di raccontare ogni giorno una storia è parte integrante della nostra missione sociale.

Ecco qualche consiglio per aiutarvi nella narrazione:

  • Animate la lettura, interpretando i personaggi come se foste a teatro.
  • Non abbiate paura di fare qualche piccola modifica ai testi, seguendo i gusti dei vostri bambini. Di ogni storia esistono decine di varianti; non c’è davvero niente di male nello sperimentare.
  • Create suspense, cercando di rendere emozionanti i colpi di scena. Aiutatevi con la voce, il corpo, i gesti, la luce e qualsiasi altro mezzo a vostra disposizione.
  • Create un rituale delle storie, trasformando questo momento in una magica routine per i più piccoli.
  • Ricordate che non esiste un’età delle favole e che questa buona abitudine dovrebbe proseguire fino agli 11-12 anni, per essere poi sostiuita dalla lettura autonoma o dalla lettura ad alta voce di testi scelti insieme.

Risorse a tema per Natale:
🤶 Speciale Natale
🛷 Storie di Natale
✏️ Disegni di Natale
✂️ Sagome da ritagliare
📦 Lavoretti di Natale
📓 Poesie e filastrocche di Natale
👋 Buongiorno natalizio (immagini)
😴 Buonanotte natalizia (immagini)
🤶 Auguri di Natale
💫 Frasi sul Natale
🎄 Facciamo l’albero insieme. Un albo illustrato per Natale

IDEE REGALO PER NATALE:

Facciamo l’albero insieme?
Età di lettura: da 3 anni
€ 16,50 € 15,68

Centopiedi va a scuola
Età di lettura: da 3 anni
€ 16,00 € 15,20

centopiedi va a scuola

Cuorfolletto e i suoi amici
Età di lettura: da 3 anni
€ 18,00 € 17,20

libri cuorfolletto e i suoi amici

Tag: storie di natale, racconti di natale, leggende di natale

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.

Storie, favole e fiabe per bambini

Scoprite le nostre storie per bambini: le fiabe classiche della tradizione, le favole di Esopo e Fedro, i più bei miti per bambini e tante altre favole con morale.

Storie per bambini

Scoprite tante altre fiabe della tradizione:

Favole per bambini

Favole di Esopo e Fedro

La cicala e la formica
Il lupo e l’agnello
La lepre e la tartaruga
Il leone e il topo
La volpe e l’uva
Al lupo, al lupo!
Il corvo e la volpe
La rana e il bue
L’asino che portava il sale
La volpe e la cicogna

Raccolte di favole

Raccolte tematiche

Fiabe per bambini

Fiabe per bambini di Charles Perrault

Le fiabe popolari trascritte da Charles Perrault sono tra le storie per bambini più conosciute e amate di sempre.

Fiabe di Charles Perrault:
Cappuccetto rosso
Il gatto con gli stivali
Cenerentola
La bella addormentata
Barbablù
Enrichetto dal ciuffo
Pollicino
Le fate

Fiabe per bambini dei fratelli Grimm

Fiabe dei fratelli Grimm:
Hansel e Gretel
Il lupo e i sette capretti
Raperonzolo
Tremotino
I musicanti di Brema
Il pifferaio magico
Rosaspina
Biancarosa e Rosarossa
Il prode piccolo sarto (sette in un colpo)
La chiave d’oro

Fiabe per bambini di H. C. Andersen

Fiabe di H. C. Andersen:
La piccola fiammiferaia
Il brutto anatroccolo
La principessa sul pisello
I vestiti nuovi dell’imperatore
La regina della neve

Fiabe dal mondo

Fiabe e leggende del Trentino Alto Adige
Fiabe cinesi

Fiabe popolari

Se siete alla ricerca di una storia della buonanotte per i vostri bambini, queste fiabe popolari fanno al caso vostro.

Classici per bambini:
🐷 I tre porcellini
🐻 Riccioli d’oro e i tre orsi
🍪 L’omino di pan di zenzero
🍲 La zuppa di sasso

Altre fiabe per bambini

Tag: storie per bambini, favole per bambini, fiabe per bambini, favole brevi, favole brevi per bambini

Non avete trovato il contenuto che stavate cercando? Chiedetecelo: ogni mese realizziamo i materiali più richiesti dai lettori! Ecco il modulo per le nuove richieste: Chiedi un contenuto.

Iscrivetevi alla Newsletter o al canale Telegram per ricevere gli ultimi aggiornamenti dal sito.