Il Cluedo delle Emozioni: un gioco per investigare dentro di noi

“Quando pensi di avere tutte le risposte, la vita ti cambia tutte le domande”.
Charlie Brown

CLUEDO: COME FUNZIONA IL GIOCO ORIGINALE

Cluedo è un gioco da tavolo, creato dalla Waddington Games nel 1948. Ad idearlo è stato un avvocato inglese, Anthony Pratt. Oggi Cluedo è commercializzato dalla società statunitense Hasbro, che ha acquisito i diritti del gioco dalla Parker Brothers. Di che si tratta? In pratica, il gioco si basa su un tabellone che rappresenta la dimora Tudor Hall, suddivisa in nove stanze differenti.

Nella nobile abitazione è avvenuto l’omicidio dell’anziano proprietario, Sir Hugh Black. Ogni giocatore rappresenta un personaggio, ospite nella casa: l’obiettivo finale è smascherare l’assassino, facendo ipotesi sui dettagli dell’omicidio e deduzioni sulla base degli elementi a disposizione.

IL CLUEDO DELLE EMOZIONI: INVESTIGHIAMO NOI STESSI

Perché ispirarti a un gioco come Cluedo per investigare dentro di te, analizzando i tuoi stati d’animo? Di base, nella vita quotidiana, sei tutto preso/a dalla ricerca di risposte. Spesso però dimentichi di porti le domande giuste, quelle che ti guidano nel tuo percorso di crescita. Ecco perché dovresti imparare a fare un bell’interrogatorio, ispirato/a dai maestri del giallo.

Le buone domande aprono la mente, permettendoti di vedere la vita sotto una nuova luce. Diventare un bravo investigatore delle emozioni significa trovare in te le domande di qualità, gli strumenti più potenti per sostenerti nello sviluppo personale.

COME SI REALIZZA IL CLUEDO DELLE EMOZIONI

Cosa ti serve:

  • foglio di carta bianco
  • pennarelli
  • domande di qualità (è il materiale più difficile da reperire, ma qui sta il bello del gioco)

Come si fa:

  • disegna sul foglio di carta te stesso/a, va bene anche in maniera stilizzata
  • ipotizza di essere prigioniero di un misterioso nemico (abbiamo scelto una sfumatura più avventurosa e meno noir del Cluedo originale)
  • ora fai delle ipotesi: qual è il nemico che ti sta tenendo in scacco? Da quali indizi riesci a dedurre che si tratta proprio di quel pericolo? Come potresti salvarti? Quali strategie metteresti in gioco?
  • dopo aver riflettuto, fai un esercizio di visualizzazione: usa l’omino che hai disegnato e che ti rappresenta, come base per una mappa mentale: disegna intorno le possibili minacce e articola lo schema con le soluzioni di breve, medio e lungo periodo. Prova ad abbinare ad ogni soluzione le domande da porti, per raggiungere l’obiettivo
  • Lo scopo finale del gioco è capire quali sono i pericoli reali che ti minacciano e come puoi lavorare su te stesso/a per superarli, anche grazie alle “domande di qualità”

FONTE

Il laboratorio è ispirato a una riflessione di Angela Papi sul sito PLS Coaching e al blog di Owen Fitzpatrick. I due approfondimenti sono volti a evidenziare l’importanza delle domande di qualità per la comprensione dei propri obiettivi ed il superamento delle difficoltà.

COACHING CREATIVO: LE DOMANDE DI QUALITA’

Per aiutarti nella realizzazione del Cluedo delle Emozioni, ti proponiamo di seguito 3 potenti domande da sfoderare nelle situazioni di difficoltà, per aprire la mente e condurti alla scoperta di soluzioni inaspettate.

Domande da porti quando qualcosa non va:

  • Cosa imparo da questa esperienza?
    Prova a considerare ogni esperienza, comprese quelle in cui non ottieni ciò che speravi: si tratta di una risorsa molto preziosa.
  • Come potrebbe trasformarsi nella cosa migliore che mi sia mai capitata?
    Prova a ribaltare il tuo modo di pensare: trovare le opportunità non è mai questione di fortuna, ma di talento.
  • Cosa farò la prossima volta che mi capita?
    Domandati cosa puoi fare perché le cose vadano diversamente.

APPROFONDIMENTI SUL TEMA DEL SELF COACHING E DEL CAMBIAMENTO

Se vuoi approfondire il tema del cambiamento e del self coaching, prova a dare un’occhiata a questo testo:

Il cambiamento di Wayne W. Dyer

Qui uno stralcio del libro:

“Per molte persone l’ambizione è il motore primario della vita. Ma l’ambizione offre solo il benessere illusorio dell’ego. Sta a noi conquistare una vita piena di significato e scopo, riconvertendo l’ambizione nella realizzazione dell’io autentico. Impegnandoci consapevolmente nel percorso dall’ambizione al significato, realizziamo la nostra più grande missione. Trasformiamo la nostra vita individuale e, come premio aggiuntivo, diamo un contributo al destino del nostro sacro pianeta”.