Come si diventa insegnanti? Guida alle normative

Per diventare insegnanti occorre superare tre step:

1) acquisire il titolo di studio valido per avere accesso all’insegnamento

2) conseguire l’abilitazione all’insegnamento

3) sostenere e superare un concorso pubblico 

Titoli di studio validi per l’accesso all’insegnamento

Dipende; per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria occorrono:

  • Diploma Magistrale o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002 (DM 10 marzo 1997)
  • Laurea in Scienze della formazione primaria art. 6 L. 169/2008

Per la scuola secondaria, di I e II grado:

  • Laurea Specialistica o Magistrale di Nuovo Ordinamento DPR 19/2016

  • Diploma accademico di II livello, Diploma di Conservatorio o di Accademia di Belle Arti Vecchio Ordinamento DPR 19/2016

  • Diploma di scuola superiore (per gli insegnamenti tecnico pratici) DPR 19/2016




Abilitazione

Tuttavia il solo possesso del titolo non è sufficiente: bisogna conseguire l’abilitazione. Potete trovare tutti i dettagli tecnici relativi alle nuove disposizioni in materia nella nostra mini-guida all’abilitazione all’insegnamento.

Prima di diventare insegnanti di ruolo: le supplenze

La supplenza è una possibilità offerta ai nuovi insegnanti, anche se sono ancora privi dell’abilitazione all’insegnamento. In questa funzione si sostituisce un insegnante di ruolo impossibilitato a svolgere la sua professione per un periodo di tempo variabile, da qualche settimana a diversi mesi. Le supplenze non sono solo un modo per portare a casa qualche soldo ed inserirsi nell’ambiente lavorativo della scuola: sono soprattutto uno strumento per guadagnare punti nelle graduatorie per l’assegnazione di una cattedra di ruolo.

Una volta che la scuola avrà scelto, sulla base delle graduatorie, un potenziale supplente lo chiamerà a firmare un contratto. Si tratta di un contratto a tempo determinato; in seguito al supplente verranno fornite tutte le istruzioni necessarie sui programmi e le metodologie adottate in classe. Per poter accedere alla graduatoria per la supplenza occorre essere inseriti nella Graduatoria d’Istituto (potete consultare a questo proposito la specifica sezione del Ministero dell’Istruzione), suddivisa in tre fasce. Nello specifico, appartengono alla I e alla II fascia coloro che abbiano già conseguito l’abilitazione all’insegnamento, mentre è possibile accedere in III fascia a coloro che hanno esclusivamente un titolo di studio valido per l’insegnamento ma ancora non sono abilitati.



a cura della redazione