Se avete già sperimentato il “gioco dei di più“, vi sarete resi conto – come noi del resto – che siamo circondati da oggetti di cui potremmo fare a meno.

E allora, ci troviamo a dover semplificare la nostra vita, semplificando e riorganizzando lo spazio intorno a noi.

Complicare è facile, semplificare è difficile.
Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.

Bruno Munari

decluttering

COS’È IL DECLUTTERING?

Decluttering significa letteralmente “liberarsi degli oggetti vecchi“, “liberare gli spazi ingombrati“. Con questa parola si intende la pratica di razionalizzare gli spazi di casa eliminando il superfluo, tutte le cose che accumuliamo nel corso del tempo.

Si tratta di un’usanza ispirata allo stile di vita giapponese, basato sull’essenziale e poco più. Nelle case giapponesi è raro trovare cianfrusaglie e oggetti inutilizzati. Il decluttering è stato importato da noi, specialmente nel mondo anglosassone, proprio su imitazione della massima giapponese “meno è più“.

Si tratta di una buona abitudine che dovremmo acquisire, di un modo per fare ordine, fisico e mentale ma soprattutto per abituarci al cambiamento, per imparare a governarlo e a viverlo in modo positivo.

Vi è mai capitato di non voler buttare via qualche vecchia cianfrusaglia? Apparentemente senza ragione, sviluppiamo un forte attaccamento agli oggetti che ci circondano.

Qualcuno ha un valore affettivo che lo rende importante, altri no. Eppure non è raro trovare persone che si rifiutano di buttare un paio di pantaloni vecchi o una maglietta ormai troppo piccola. Si tratta di una forma di resistenza al cambiamento.

Sette buone ragioni per fare decluttering:

  • è un modo per mettere in ordine la casa
  • ci aiuterà a liberare spazio utile, se abitatiamo uno spazio piccolo
  • trasformerà la casa in un vero e proprio tempio zen, se abitatiamo uno spazio grande
  • i bambini si divertiranno un mondo ad aiutarci
  • con i loro oggetti usati, potranno allestire un fantastico mercatino
  • ci aiuterà a ritrovare il buonumore
  • ci aiuterà a mantenere la forma fisica

IL GIOCO DEL DECLUTTERING

Il decluttering, prima che essere uno stile di vita, può diventare un gioco divertente da fare in famiglia per riscoprire lo spirito della semplicità.

La verità si ritrova sempre nella semplicità, mai nella confusione.

Isaac Newton

Ecco come fare:

  • Per cominciare, prepariamo uno scatolone di carta o un sacco nero.
  • Adesso, cominciando da una stanza, raccogliamo tutti gli oggetti superflui e li mettiamo accanto allo scatolone o al sacco.
  • Poi, cerchiamo di capire quali oggetti potremo rivendere, quali donare e quali buttare via.
  • Infine, ci daremo una settimana di tempo per rivendere o donare gli oggetti; se allo scadere del termine saranno ancora in casa, non ci resterà altro da fare se non buttarli

Ci siete riusciti? Come se la sono cavata i bambini? Ad alcuni di loro, liberarsi delle cianfrusaglie risulta difficile: una buona ragione per giocare a far decluttering.

Pin It on Pinterest