I bambini e l’empatia: perché dovremmo insegnarla

[et_pb_section transparent_background=”off” allow_player_pause=”off” inner_shadow=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” padding_mobile=”off” make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” make_equal=”off” use_custom_gutter=”off” fullwidth=”off” specialty=”off” admin_label=”section” disabled=”off”][et_pb_row make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” use_custom_gutter=”off” gutter_width=”3″ custom_padding=”27px|0px|1px|0px” padding_mobile=”off” allow_player_pause=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” make_equal=”off” column_padding_mobile=”on” parallax_1=”off” parallax_method_1=”on” parallax_2=”off” parallax_method_2=”on” parallax_3=”off” parallax_method_3=”on” parallax_4=”off” parallax_method_4=”on” admin_label=”row” disabled=”off”][et_pb_column type=”4_4″ disabled=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” column_padding_mobile=”on”][et_pb_text background_layout=”light” text_orientation=”left” admin_label=”Testo” use_border_color=”off” border_style=”solid” disabled=”off”]

La nostra società ha un problema di empatia. Questo non vuol dire che non ci siano persone che amiamo, né tantomeno che non abbiamo a cuore i nostri figli. Pare che il grado di empatia negli ultimi anni sia sceso del 50%.

Per capire l’empatia dobbiamo fare un passo indietro: siamo persone fragili; chi più, chi meno, abbiamo tutti le nostre insicurezze, la paura di non essere abbastanza bravi. Da questa insicurezza possono nascere due cose: l’empatia e il disprezzo.

Solo se riconosciamo di essere fragili ma accettiamo l’aiuto degli altri possiamo essere davvero empatici. Comprenderci invece di compatirci. Spesso abbiamo una visione dell’empatia molto parziale, come se si limitasse a dire “poverino”, a provare compassione. E’ tutta un’altra cosa! Empatia è capire perché quella persona è “poverina”, capire come si sente e cosa l’ha portata lì.empatia bambini

Se invece decidiamo di nascondere la fragilità – non è colpa nostra, è il mondo competitivo che ci spinge a farlo – allora nasce il disprezzo. Proveremo a dimenticarci delle nostre debolezze puntando il dito su quelle degli altri, trovando colpe e mediocrità.

Per chi vive nel disprezzo non è possibile la vera empatia, ma solo quella forma malata di cui si parlava sopra, quello spirito di compassione in cui però noi siamo un gradino sopra gli altri.

Pillole di empatia per bambini

Perché è importante insegnarla? Perché è il primo tassello di una vera educazione alla felicità: vivremo tutta la vita a contatto con altre persone; facciamo in modo che sia un contatto ricco! Perché le persone empatiche hanno più successo nel mondo del lavoro, ma anche nella vita privata; è come se avessero una marcia in più. Perché tutti i grandi leader della storia sono stati prima di tutto campioni di empatia.

Ma come fare? E’ più semplice di quel che si pensa: per insegnare l’empatia bisogna adottare alcune piccole buone abitudini empatiche quotidiane.

  • Non abbiate paura di esprimere le vostre emozioni, anche quando siete arrabbiati: siate autentici
  • Evitate di denigrare gli altri, o esprimere il vostro disprezzo per loro: i bambini imparano molto in fretta questo brutto comportamento
  • Fate capire l’importanza dell’ascolto, del dialogo e della comprensione
  • Potete istituire un “momento di empatia” tutti i giorni: parlate con i bambini di problemi ed emozioni (in Danimarca lo fanno anche a scuola, mangiando insieme la torta)




Per approfondire il tema dell’empatia, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sull’empatia a scuola: si tratta di altre buone abitudini che potete integrare a quelle descritte sopra.

tempo libero bambinia cura di Matteo Princivalle

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” use_custom_gutter=”off” gutter_width=”3″ custom_padding=”3px|0px|27px|0px” padding_mobile=”off” allow_player_pause=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” make_equal=”off” column_padding_mobile=”on” parallax_1=”off” parallax_method_1=”on” parallax_2=”off” parallax_method_2=”on” parallax_3=”off” parallax_method_3=”on” parallax_4=”off” parallax_method_4=”on” admin_label=”row” disabled=”off”][et_pb_column type=”4_4″ disabled=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” column_padding_mobile=”on”][et_pb_signup provider=”mailchimp” mailchimp_list=”51ee4b00b5″ title=”Ricevi ogni settimana gli esercizi per genitori coach (gratis):” button_text=”Registrati” use_background_color=”on” background_color=”#55aee8″ background_layout=”dark” text_orientation=”left” use_focus_border_color=”off” admin_label=”E-Mail Optin” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_width=”1px” border_style=”solid” custom_button=”off” button_text_size=”20″ button_use_icon=”on” button_icon_placement=”right” button_on_hover=”on” button_letter_spacing_hover=”0″ disabled=”off”] [/et_pb_signup][/et_pb_column][/et_pb_row][et_pb_row make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” use_custom_gutter=”off” gutter_width=”3″ padding_mobile=”off” allow_player_pause=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” make_equal=”off” column_padding_mobile=”on” parallax_1=”off” parallax_method_1=”on” parallax_2=”off” parallax_method_2=”on” parallax_3=”off” parallax_method_3=”on” parallax_4=”off” parallax_method_4=”on” admin_label=”row” disabled=”off”][et_pb_column type=”4_4″ disabled=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” column_padding_mobile=”on”][et_pb_code admin_label=”Codice” disabled=”off”]