Le parole chiave dei genitori coach

Spesso si dice che ciò che diventiamo da adulti è lo specchio di ciò che siamo stati da bambini. Uno dei compiti fondamentali del genitore è far propria questa frase e tradurla in azioni concrete, portandola nella vita della famiglia. Come si fa? Al solito, non esiste una ricetta miracolosa, questo lo sappiamo, ma possiamo ugualmente focalizzare la nostra attenzione su alcuni spunti di riflessione. Li elenchiamo, nella speranza che non siano solo una “lista della spesa”, ma un mini vademecum del cuore:

FLESSIBILITÀ/DETERMINAZIONE

Nella vita non sarà mai tutto rose e fiori. Aiutiamo i bambini ad esprimere le loro emozioni, noi con loro. Non dimentichiamoci che l’esempio conta sopra ogni cosa, quindi impariamo a non minimizzare ciò che sentiamo.

INNOVAZIONE/CREATIVITÀ

Saper approcciare i pensieri ampliando l’orizzonte e, quindi, la prospettiva di analisi, aiuta  a trovare soluzioni o intuizioni ingegnose. Il pensiero creativo è il substrato su cui si fondano le nostre capacità cognitive e i bambini vanno aiutati attraverso il gioco creativo a riscoprirlo. Limitiamo videogame e giochini elettronici sui nostri cellulari: forse non era nemmeno così  necessario ribadirlo.

DISCIPLINA/OPEROSITÀ

Non conta la meta finale, ma l’impegno nella sfida: insegniamo che nulla si ottiene senza un duro lavoro, anche nel quotidiano, nei piccoli gesti. Non importa quanto in alto si voglia arrivare, ma coloro che ci sono riusciti non hanno mai sottovalutato la sfida, giorno dopo giorno. Partiamo da piccole responsabilità, compito che coinvolgano il bambino nella routine quotidiana. Le regole, condivise, sono la trama su cui si innestano le esperienze di vita.

CURIOSITÀ/RICERCA

Essere curiosi aiuta a non smettere mai di cercare, a non perdere la voglia di imparare. Invitiamo i bambini a coltivare le loro passioni, fosse anche creare un erbolario o provare pozioni magiche (usate la fantasia, non lo avete mai fatto da piccoli?)

Musei, visite guidate, giochi di logica, laboratori ed attività didattiche che stimolino la curiosità e la concentrazione: tutto aiuta. E, primo fra tutti, aiuta l’amore e la passione che noi grandi trasmettiamo nel fare ciò che ci piace.

FIDUCIA IN SE STESSI/AUTOSTIMA

Credere in se stessi aiuta a perseguire le proprie idee. I bambini non devono temere di esprimere un’opinione fuori da coro:è importante per prendere decisioni, consolidare la loro fiducia e trovare spazio per fare delle scelte autonome. Il tutto condito da una buona dose di rispetto, anche se altri non condividono il nostro pensiero.

EMPATIA/PENSIERO POSITIVO

Entrare in connessione con l’altro aiuta a coltivare le relazioni interpersonali ed è un valore inestimabile. Facciamoci aiutare dall’ottimismo: una sana dose di pensiero positivo è contagiosa e aiuta a confrontarsi con gli altri. Ricordiamolo sempre: chi crede nel futuro e nel cambiamento, desidera il meglio per tutti, non solo per sé. Senza estremizzare questo pensiero, ribadiamo l’importanza delle piccole buone azioni, come cedere il posto ad un anziano sull’autobus o aiutare un compagno di scuola in difficoltà.

Il futuro sarà migliore, se gli adulti di domani si impegneranno a condividere uno stile di vita più aperto all’ascolto e al dialogo, i pilastri del rispetto.