GLI STUDENTI ITALIANI SONO CAMPIONI MONDIALI DI ROBOTICA

La scuola italiana conferma il suo potenziale: si sono appena concluse le finali del concorso internazionale “Zero Robotics”, organizzato dalla NASA e dal MIT di Boston. I primi tre gradini del podio sono stati conquistati da tre licei scientifici italiani: primi classificati i ragazzi del liceo Avogadro di Vercelli, secondi gli studenti dello scientifico Cecioni di Livorno, terzi infine i ragazzi dell’Istituto tecnico Righi di Napoli. I partecipanti al concorso hanno dovuto programmare i robot Spheres affinché portassero a termine delle precise missioni spaziali.

Come leggiamo sulla “Repubblica“, “l’obiettivo era quello di simulare l’aggancio di un “satellite spazzatura” e trascinarlo verso Terra, un sistema che, in futuro, permetterà alle agenzie spaziali o ai privati di rimuovere satelliti non più operativi e farli bruciare in atmosfera oppure ‘parcheggiarli’ in ‘orbite cimitero”.

Questi risultati dimostrano che la nostra scuola va molto oltre il pessimismo generale. Nonostante la burocrazia farraginosa, i fondi sempre più esigui e le classi affollate, gli insegnanti italiani sono riusciti ad ottenere risultati di eccellenza mondiale. Un risultato da festeggiare, motivo d’orgoglio per tutte e tutti noi.