I BAMBINI TRASCORRONO SEMPRE PIÙ TEMPO DAVANTI ALLA TV

Il tempo speso dai bambini di fronte alla tv è fonte di preoccupazione crescente. Dispositivi come smartphone e tablet sono onnipresenti, ma sono proprio le televisioni il media più utilizzato dai bambini piccoli. Uno studio condotto dalla Florida International University e pubblicato da Jama Pediatric pone l’attenzione sull’uso e sull’abuso televisivo nella prima infanzia: un problema che nel tempo si è fatto più pressante.

Il tempo medio trascorso davanti alla tv è raddoppiato negli ultimi vent’anni. Da una media di 1,3 ore giornaliere del 1997, ad oggi, si stima che i bambini tra i 3 d i 5 anni trascorrano 2 ore e mezza davanti alla tv, ogni giorno.
La metodologia utilizzata dai ricercatori è innovativa: infatti, invece di ricavare i dati da questionari e interviste (che sono meno affidabili e, chiedendo dati precisi riguardo a eventi passati, portano spesso a errori di valutazione dei genitori), hanno fatto tenere un diario quotidiano ai genitori. In questo modo, le registrazioni si sono susseguite giorno dopo giorno.
A questo tempo, inoltre, va sommato quello dedicato a tablet, smartphone e altri dispositivi: il quadro non è incoraggiante.

Dovremmo prestare maggiore attenzione a queste abbuffate televisive e tecnologiche: gli effetti collaterali ci sono e sono ben documentati.
I bambini hanno bisogno di spazi e tempi per giocare, per muoversi e per esplorare l’ambiente che li circonda; hanno bisogno di stare con altri bambini, di socializzare. È compito nostro offrire loro queste opportunità.

FONTI