Il bosco incantato

Questo racconto fa parte della raccolta Storie di fate.

LEGGETE ANCHE: La fatina che voleva tornare a casaLa fata sfortunataLe fate (una bella fiaba sulla gentilezza)

Il bosco incantato

Testo di: Raffaella Sorrentino

C’erano un tempo quattro fatine; una di loro era vestita di giallo, un’altra d’arancio, un’altra ancora di azzurro e l’ultima infine di verde. I loro corpi erano fosforescenti e quelle piccole creature erano circondate di polvere di stelle scintillante; inoltre, ogni volta che battevano le ali sprigionavano una luce brillante. Le fatine abitavano in un bosco incantato, fiorito e incantevole. Quando il Sole tramontava, le fatine illuminavano il cielo e la polvere di stelle rischiarava alberi e fiori. Era un posto stupendo e si raccontavano molte storie sul bosco delle fate; tuttavia, nessuno ci era mai stato.

storie di fate il bosco incantato

Una notte, una bambina stava dormendo nel suo lettino mentre fuori infuriava il temporale. La piccola fu svegliata da un tuono nell’oscurità, si spaventò e cominciò a piangere e singhiozzare.

In quell’istante, nel buio oltre la finestra, brillarono le quattro fate colorate, che trasformarono il cielo in un arcobaleno con la loro danza. La bambina, sbalordita, si alzò dal letto per vederle meglio ma – puff! – le fatine, con una magia colorata, entrarono nella cameretta e la coprirono di polvere luminosa, che la fece addormentare.
Poi sistemarono la piccola nel suo lettino e le rimboccarono le coperte, prima di partire per un’altra avventura.

Quella notte la bambina sognò il bosco incantato; giocò e cantò tra i fiori luminosi, in compagnia delle fate. Da quel giorno la bambina, quando ha paura del buio chiude gli occhietti e davanti a lei si apre il bosco incantato delle fate. Da allora è sempre riuscita a dormire serenamente. Molti si chiedono se quel bosco e gli altri mondi fantastici esistano per davvero; non si è mai saputo, ma tutti siamo certi di una cosa: se queste quattro fatine hanno aiutato una bambina ad addormentarsi felice, sono più vere che mai.

I nostri video: