INGLESE PER I PICCOLI: IL GIOCHINGLESE

Ultimamente sentiamo sempre più spesso parlare di inglese per i piccoli, talvolta così piccoli che possono sorgere dubbi su quanto possano beneficiare, i bambini, dell’introduzione di una lingua straniera. Qualche genitore pensa anche che introdurre una lingua straniera possa influenzare negativamente l’inizio del linguaggio del proprio bambino.

Molti studi, invece, ci hanno illustrato che avviene esattamente il contrario: un bambino che viene stimolato precocemente attraverso il linguaggio e attraverso l’introduzione di una seconda lingua, apprende in maniera stabile e duratura e, a lungo termine, riuscirà ad avvicinarsi al meglio (e con motivazione) alle altre lingue.

IL GIOCHINGLESE©

A tal proposito vorrei far conoscere quello che fa parte della mia realtà e della mia esperienza con la lingua inglese, ossia l’approccio del metodo Il Giochinglese© con i bambini piccoli. La struttura nasce come associazione culturale con sede nel meraviglioso paesaggio della Sabina, tra Roma e Rieti, per poi svilupparsi in altre zone d’Italia. Ha, come mission, quella di proporre inglese di qualità a prezzi sostenibili.

Dal sito del Giochinglese:

Il Giochinglese© è il nome dei nostri playgroups, ovvero piccoli gruppi composti da bambini o ragazzi della stessa fascia di età (e in alcune sedi selezionate anche da adulti), che, attraverso attività ludico-didattiche, imparano l’inglese insieme.
La finalità del nostro progetto è offrire un servizio di grande qualità a prezzi contenuti così che, data l’importanza ormai vitale della lingua inglese nel mondo e nella vita, tutti gli studenti, piccoli e meno piccoli, abbiano la possibilità di accedervi senza troppo sacrificio da parte delle famiglie. Questa scelta non inficia sulla qualità della nostra offerta, che viene portata avanti ogni giorno grazie a tutors attentamente selezionate, appassionate, competenti che credono fortemente nell’importanza della lingua inglese per i più piccoli“.

IL METODO DEL GIOCHINGLESE©

Il metodo basa le sue attività con i più piccoli sul gioco come strumento di apprendimento. Ci saranno, quindi, action songs che serviranno a rinforzare le prime parole associate ad azioni quotidiane, giochi pratici e manuali che aiuteranno il bambino ad apprendere mentre fanno e quindi in maniera del tutto naturale e informale.

Pur partendo da un metodo ludico i playgroups sono organizzati e preparati dalle tutors di riferimento, in maniera accurata e professionale. Le tematiche non sono improvvisate ma preparate con anticipo e ogni anno, ogni gruppo de Il Giochinglese© ha una sua organizzazione e segue un ordine che lo porterà, con i bambini, alla fine dell’anno in corso dove i bambini saranno protagonisti del loro percorso attraverso piccoli diplomi e gadget che segnano il loro primo piccolo traguardo nel mondo della lingua inglese.

L’idea di creare dei playgroups non troppo numerosi, per seguire ogni bambino, nasce dalla convinzione che il gioco condiviso e la socializzazione con gli altri bambini siano un mezzo importante per apprendere. I bambini si guardano, si imitano, ed imparano anche attraverso i propri compagni. I gruppi di gioco:

  • Divertono
  • Insegnano
  • Rispondono ad una domanda fondamentale: Perché dovrei far avvicinare il mio bambino alla lingua inglese, così piccolo? Perché vedere che quello che imparo serve a farmi capire e a farmi sentire parte di un gruppo che inizia ad avvicinarsi ad una lingua che, comunque, si troveranno a conoscere più avanti, aiuta il bambino a sentirsi motivato e incuriosito dalla lingua inglese.

giochinglese

I gruppi gioco di cui mi occupo personalmente, affiancando una pedagogia attiva al metodo del Giochinglese©, sono rivolti a bambini dai 3 ai 5 anni. Il Giochinglese segue i bambini in tutto il loro percorso di crescita e sono divisi per età e, spesso, sono un valido strumento sostitutivo all’idea del “fare ripetizioni” in un rapporto singolo.

TROVARE UN GRUPPO DE IL GIOCHINGLESE©

I playgroups vengono ospitati in librerie, ludoteche, e da qualche tempo è iniziato anche un percorso con i nidi con il progetto “Nanny in English”. Per tutte le informazioni più specifiche ti suggeriamo di visitare il sito ufficiale de Il Giochinglese©.

a cura della dott. sa  Chiara Cupini,
pedagogista

 

*Le immagini utilizzate sono una proprietà intellettuale dell’autrice