Chi produce un’opera creativa realizza un prodotto capace di suscitare la reazione emotiva degli altri. Per questo motivo le persone empatiche sono anche più creative.
Secondo alcuni studi, le persone che ottengono punteggi elevati nei test per misurare l’intelligenza emotiva, tendono ad ottenere punteggi altrettanto elevati nei campi legati alla sfera della creatività. In particolare l’empatia, ovvero la capacità di riconoscere gli stati emotivi degli altri e di sintonizzarsi con essi, è correlata con un elevato grado di creatività.

DECRESCITA CREATIVA©: CARDIOPEDIA, L’ENCICLOPEDIA DEL CUORE E DEI SENTIMENTI

La premessa, ovvero il legame tra creatività e intelligenza emotiva, ci indica chiaramente che dobbiamo coltivare insieme queste due doti preziose. Per sperimentare questo legame, abbiamo ideato un piccolo esercizio di decrescita creativa, ovvero la costruzione di una cardiopedia, un’enciclopedia del cuore e dei sentimenti condivisa ed empatica.
Cosa vogliono dire tutti questi paroloni? In realtà il laboratorio è semplicissimo: si può proporre in classe o tra amici. Per cominciare si formano delle coppie: ciascun bambino dovrà realizzare una pagina della cardiopedia da donare al suo compagno.
Per realizzare le pagine della cardiopedia, puoi utilizzare dei fogli di carta da disegno in formato A5 (puoi ricavarli tagliando a metà dei fogli A4).
Ciascun bambino dovrà preparare la pagina di un sentimento da far scoprire e da donare al compagno:

  • sul lato frontale del cartoncino dovrà rappresentarla in forma artistica,
  • sul retro, invece, dovrà scrivere il nome dell’emozione in questione (come se fosse una voce enciclopedica) seguita da tutte le parole che si possono accostare ad essa. È più semplice a farsi che a dirsi.

Quando lavoriamo con l’arte, è fondamentale che i bambini abbiano un numero di strumenti sufficiente per esprimersi liberamente. In questo caso, si potrebbero lasciare a disposizione matite, pennarelli, pastelli, acquerelli e tempere.
La standardizzazione delle rappresentazioni (ad esempio: disegniamo una sagoma col lapis e la riempiamo con le matite) impoveriscono i laboratori e annullano la dimensione emotiva.
Non sono dannose a prescindere: possono essere utili se il nostro obiettivo è impartire una specifica lezione tecnica, come l’uso della prospettiva o la stesura di un certo colore, ma non nel caso della nostra cardiopedia!
Ecco la nostra prima pagina di cardiopedia. Come base abbiamo utlizzato l’action painting, mentre gli animali marini sono stati aggiunti in un secondo momento, in digitale.

Se

FONTI

Pin It on Pinterest