LA BALENA: L’ASILO FUTURISTICO DI GUASTALLA

Conosci l’asilo “Balena” di Guastalla? Questa struttura, costruita dopo il terremoto che ha colpito l’emilia nel 2012, è uno tra gli asili più belli del mondo.

La struttura, firmata dall’architetto Mario Cucinella, è stata progettata per offrire ai bambini ampi spazi aperti in cui giocare e socializzare.
La forma dei pannelli di legno è ispirata al ventre della balena che inghiottì Pinocchio nel famoso adattamento Disney (in realtà, nel libro di Collodi, il burattino fu un pescecane a mangiarlo, ndr). Tra un pannello e l’altro non ci sono cemento né mattoni, ma vetri che rendono l’ambiente luminoso e offrono una bella vista sul giardino esterno. La Balena è un edificio antisismico, progettato all’insegna della sostenibilità: tra pannelli solari e soluzioni per il riciclo dell’acqua piovana (viene utilizzata per i servizi igienici e per irrigare il giardino) l’asilo è riuscito ad abbattere i consumi energetici.

Questa struttura ha una superficie di 1400 metri quadri e può ospitare 120 bambini. L’asilo è operativo da settembre 2015 e i suoi piccoli ospiti sembrano entusiasti di questo spazio.
Il progetto nasce dalla consapevolezza che i bambini non devono essere ospiti, ma protagonisti dello spazio che abitano. La balena fa propri molti degli spunti di Maria Montessori e del Reggio Emilia Approach, metodo educativo che è stato esportato in tutto il mondo (e che, purtroppo, ha una scarsa diffusione in Italia).

“La creatività è un luogo sconosciuto, è una grande risorsa ma se è fine a se stessa diventa stravaganza. L’empatia è l’elemento di unione con le persone e l’ambiente, l’empatia creativa è la creatività che diventa utile”.
Mario Cucinelli

FONTI