La bambina che ha donato i suoi risparmi ai volontari per l’emergenza Coronavirus

“Ciao! Mi chiamo Giulia e ho 7 anni e mezzo. Vorrei farvi questo regalo, sono 20 euro da parte mia e di mio fratello”.

I bambini sono capaci di gesti straordinari: a Savona, una bimba di 7 anni e mezzo ha recapitato alla Croce Rossa della sua città una letterina allegando 20 euro, per contribuire alla gestione dell’emergenza Coronavirus.
La mamma ha raccontato all’ANSA: “La cosa bella è che è stata una loro iniziativa dopo aver visto in tv le storie dei volontari impegnati in questa emergenza. Giulia ha detto che le sarebbe piaciuto aiutarli. Le ho spiegato che è ancora piccola e allora ha preso insieme ad Alessio i soldi messi da parte grazie alla ‘fatina dei dentini’ che porta denaro tutte le volte che a piccino perde i denti di latte e ha voluto spedirglieli”.

Azioni come questa dovrebbero convincerci dell’importanza di educare i bambini all’altruismo e alla gentilezza e di proporci a loro come modelli positivi e di dare il buon esempio, aiutando chi si trova in difficoltà. Secondo i ricercatori la bontà è un tratto innato nella maggior parte dei bambini: se vedono qualcuno in difficoltà il loro primo istinto è quello di aiutarlo, anche rinunciando a qualcosa che possiedono. Questa bontà, però, necessita di essere nutrita e coltivata, in famiglia prima, e a scuola poi. I bambini sono come spugne e assorbono dall’ambiente che li circonda abitudini, pensieri e sentimenti.

BIBLIOGRAFIA
https://www.ansa.it/liguria/notizie/2020/04/04/bambina-dona-risparmi-a-volontari_5054f25e-614b-499b-be9b-eb082856cb50.html