la bellezza produce felicità portale bambini

Alla base del terzo modulo del Corso Online di Bambinologia c’è il concetto di decrescita creativa, ovvero l’idea che la bellezza (ammirata e autoprodotta) ci aiuti a vivere meglio.
Partiamo da lontano: secondo la teoria del benessere (conosciuta anche come modello PERMA) una delle chiavi per stare bene è provare emozioni positive. Tra le emozioni positive, c’è la gratitudine, ovvero – riprendendo una definizione psicologica – una “sensazione di ringraziamento e di gioia in risposta all’aver ricevuto un dono, sia che il dono sia un beneficio tangibile, sia che si tratti di un momento di calma e beatitudine suscitato dalle bellezze naturali” (Emmons, 2004). Ti starai domandando: “perché saltare di palo in frasca, da gratitudine a bellezza?”. Semplice: un tratto distintivo delle persone che provano gratitudine verso la vita c’è la capacità di riconoscere la bellezza, di ammirarla e di ricercarla. La capacità di ammirare la bellezza è inserita dagli psicologi tra le dimensioni fondamentali della gratitudine.
E così ci ricolleghiamo alla decrescita creativa: se impariamo a lavorare sulla nostra percezione della bellezza, ci alleniamo a provare gratitudine, il che ci aiuterà a dare significato alla nostra vita. In altre parole, la bellezza produce felicità!

Per cominciare, possiamo prendere in prestito uno dei più famosi esercizi di gratitudine, che trasformeremo in un laboratorio di decrescita creativa. Stiamo parlando del “diario delle tre benedizioni”, un particolare diario da compilare ogni giorno prima di andare a letto inserendo tre spunti degli di gratitudine che ci sono capitati durante la giornata.
Il nostro esercizio sarà leggermente differente. Lo abbiamo rinominato “i barattoli delle tre benedizioni” per differenziarlo dal diario di cui parlavamo sopra. Sotto la scheda trovi il link per scaricare il file stampabile.
Ci siamo ispirati alle nature morte. In ciascuno dei tre barattoli non dovrai inserire un semplice pensiero di gratitudine, ma un pensiero di bellezza (che poi è un particolare tipo di pensiero di gratitudine). Dovrai elencare tre cose, animali, persone o eventi per i quali ti sei soffermata/o un attimo, con ammirazione. Nei primi giorni di lavoro potresti avere qualche difficoltà: siamo talmente immersi nella nostra routine che difficilmente prestiamo attenzione alla bellezza. I barattoli delle tre benedizioni servono proprio a questo: spingerti ad aprire gli occhi e la mente alla ricerca delle cose belle.

PS. In alternativa alla scrittura, puoi disegnare in ciascun barattolo l’oggetto della tua ammirazione.

Clicca qui per stampare i barattoli delle tre benedizioni.

Pin It on Pinterest