LA CANZONE DEL RANOCCHIO

Portale Bambini

In un piccolo acquitrino,
presso un’umile famiglia
che abitava la fanghiglia,
nacque un tenero girino.
La bestiola, o per l’aria della zona
o per dono del destino
aveva un segno sul pancino
che pareva una corona.
Così, il rospo imperatore,
che del piccolo animale
aveva intuito il potenziale,
disse: “Sii il mio successore!”
Tuttavia, la libellula Letizia
che già fosse incoronato
un moccioso ancor neonato,
la ritenne un’ingiustizia.
Disse il girino: “Sai che fare?”
se non vuoi che io sia il re,
scendi in acqua qui da me,
che da amici ne possiamo riparlare.
E l’insetto credulone,
non appena mise zampa nello stagno

per discuter dei suoi dubbi col compagno
fu mangiato in un boccone.

Pin It on Pinterest