LA CASTAGNA BRONTOLONA

LA CASTAGNA BRONTOLONA

Monica Sorti 

In questi giorni la castagna
si lamenta e poi si lagna,
mette il broncio, fa un capriccio,
vuole uscire dal suo riccio.
Anche se il frutto è maturo
io starei lassù al sicuro,
perché se salti giù nel prato
il tuo destino è già segnato.
Passerà qualche bambino,
finirai nel suo cestino
e da lì, pensa che jella,
finirai dritta in padella.
Io starei bene nascosta
per non far la caldarrosta,
o per svegliarti una mattina
non più castagna ma farina.
Solo qualcuna se la spassa
e la riempiran di glassa,
ma comunque poi le tocca
finir dentro qualche bocca.

Ed ecco la filastrocca illustrata:

Vuoi scaricarla o stamparla? Clicca qui.