La principessa Fragolina

Testo di: Federica Semprini

C’era una volta la principessa Fragolina, una bambina paffuta che viveva su un pianeta a forma di fragola. Su quel pianeta crescevano soltanto fragole dolci e succose e così, la principessa e i suoi fratellini, facevano delle grandi scorpacciate di quei frutti. Fragolina non sapeva che esistessero altri frutti: c’era un pianeta su cui crescevano solo banane, un altro su cui crescevano le albicocche e così via. Ma c’erano anche altre galassie, popolate da pianeti ancor più strani: il pianeta delle zucchine, quello dei broccoli e quello dei cavoletti.

Una mattina, Fragolina e i suoi fratellini stavano raccogliendo le fragole di bosco per portarle alla cuoca del palazzo; la principessa adorava aiutare in cucina: sfornava gelatine di fragole, lasagne al ragù di fragola, mousse, fragole ripiene e brocche piene di succo. All’improvviso, il cielo si fece scuro, poi una luce abbagliò tutti; Fragolina abbracciò i suoi fratellini che piangevano per la paura e presto il cielo tornò azzurro. Ma non era come prima: c’era un oggetto che volava – o meglio, precipitava – verso di loro. La strana macchina volante atterrò poco più in là, sollevando un gran polverone. Fu una cosa mai vista prima.

Fragolina sgranò gli occhi, cercò di capire cosa fosse; ed ecco, si aprì una porticina e uscì un bambino, che fece un inchino e si presentò.
“Buongiorno, io sono il principe Banana; tenete questi frutti come dono”, disse alla bambina, porgendole una cesta reale piena di banane.
Sul pianeta a forma di fragola non s’era mai vista una banana prima di quel momento: i fratellini della principessa guardavano sospettosi quei frutti gialli, mentre lei lo ascoltava affascinata.
“Sono venuto fin qui per scoprire cosa c’era nell’universo. Sul pianeta da cui provengo crescono solo banane, ma io ero certo che ci fossero tanti altri frutti, e tante altre meraviglie che devo ancora trovare. Gli scienziati reali mi hanno sempre detto che nell’universo erano solo banane, ma a me questa è sempre sembrata un’assurdità. Così ho progettato questa navicella, l’ho costruita e sono partito. Ed eccomi qui”.

Fragolina invitò il principe Banana nel suo palazzo e lo trattò come un ospite reale; insieme, principessa e principino prepararono un banchetto sontuoso a base di fragole e banane. Quella sera si divertirono molto, ma la principessa continuava a pensare all’universo: “Chissà quanti frutti strani ci sono là fuori. Sarebbe bello visitarne qualcuno e far scoprire a tutti quanto sono dolci le fragole”.

Quando i festeggiamenti furono terminati, i due bambini reali decisero di partire insieme, alla ricerca di nuovi pianeti: sistemarono l’astronave perché li potesse ospitare tutti e due e… via! partirono diretti verso gli angoli più remoti. Il loro viaggio durò molti anni, durante i quali scoprirono albicocche, pesche e mele ma anche carote, spinaci e zucchine; a tutti coloro che incontrarono, donarono la dolcezza dei propri frutti e ovunque furono accolti con gioia. Quando tornarono a casa, ormai erano adulti; portarono con sé centinaia di semi e vissero felici, raccontando agli abitanti dei loro pianeti tutto ciò che avevano visto – e assaggiato – durante il loro viaggio.