la vispa teresa

LA VISPA TERESA

Luigi Sailer

La vispa Teresa
avea tra l’erbetta
A volo sorpresa
gentil farfalletta.
E tutta giuliva
stringendola viva
gridava a distesa:
“L’ho presa! L’ho presa!”.
A lei supplicando
l’afflitta gridò:
“Vivendo, volando
che male ti fò?
Tu sì mi fai male
stringendomi l’ale!
Deh, lasciami! Anch’io
son figlia di Dio!”.
Teresa pentita
allenta le dita:
“Va’, torna all’erbetta,
gentil farfalletta”.
Confusa, pentita,
Teresa arrossì,
dischiuse le dita
e quella fuggì.

“La vispa Teresa” è presente anche ne nostro libro “Filastrocche di una volta” (in cui a ciascuna filastrocca abbiamo abbinato una pagina da colorare): puoi acquistarlo qui.

libro di filastrocche per bambini

Vuoi stampare il testo de “La vispa Teresa“?

la vispa teresa

Scarica il file stampabile de “La vista Teresa” in formato A4, cliccando qui.

Pin It on Pinterest