LABORATORIO SILENZIOSO DI PRIMAVERA

C’è una poesia sulla primavera che ci piace da sempre. Stiamo parlando di “Signor Inverno e Signora Primavera” di Vivian Lamarque. Non c’è un motivo preciso: diciamo che la troviamo artistica. Quest’anno , rileggendola, abbiamo improvvisato un laboratorio artistico sui suoi personaggi. Ecco il testo:

SIGNOR INVERNO E SIGNORA PRIMAVERA

di Vivian Lamarque

Signor Inverno, che cosa fai?
Quante valigie! Già te ne vai?
Sì, in una piego il Natale per bene,
in un’altra infilo il ghiaccio e la neve,
in un’altra metto influenze e bronchiti,
in questo zainetto trecento starnuti.
E quella signora che arriva laggiù?.
Signora Primavera è quella signora:
la sua valigia è leggera leggera,
è piena di erbetta e di pratoline
e di circa mille margheritine.
Le cedo il posto con un inchino:
farà del mondo un verde giardino.

Quest’anno abbiamo deciso di realizzare un laboratorio artistico a partire da questa breve poesia: abbiamo trasformato “Signor Inverno e Signora Primavera” in un silent book digitale: una sequenza di immagini che rappresentano il dialogo senza utilizzare le parole. Siamo partiti da due tappi di sughero dipinti con i colori a tempera e da due fiori di rosa che abbiamo reciso:

Ed ecco il risultato:

La nostra proposta è quella di realizzare un piccolo silent book di primavera insieme ai bambini. Diventerà un’esperienza per riflettere sulla stagione che comincia e, al tempo stesso, sul valore del silenzio.

Non occorre dare vita ad un libro vero e proprio: 4 o 5 illustrazioni possono bastare (meglio fronte-retro, per limitare il consumo di carta e salvaguardare l’ambiente). Puoi prendere spunto da questa poesia, o scegliere un altro brano dalla nostra raccolta di poesie e filastrocche sulla primavera.