LE FILASTROCCHE DI LINA SCHWARTZ

“Stella stellina …” è una delle filastrocche più note. La cosa affascinante è che queste rime baciate sono state ripetute da migliaia di bambini, per cinque generazioni, insieme a molte altre, come “Bolli bolli pentolino” o “Gallo galletto”, solo per citarne alcune.

Passando di bocca in bocca, queste filastrocche sono diventate così popolari da farne quasi dimenticare l’autore, anzi l’autrice. Si tratta di Lina Schwartz, detta anche la Zia Lina. Veronese di nascita, milanese di adozione, visse a cavallo tra la fine dell’Ottocento e il 1943, spegnendosi sul finire della seconda guerra mondiale, in fuga dalle bombe e dalle leggi razziali.

Lina Schwarz ha tradotto in italiano i testi di Rudolf Steiner, fondando la prima scuola steineriana di Milano.

Donna di grande intelligenza, ha raccontato attraverso cantilene, filastrocche e rime il suo straordinario amore per la vita e le sue riflessioni sul problema della convivenza umana, con tutti i suoi risvolti sociali.

In questo modo, con parole semplici, ha reso fruibile la riflessione filosofica, l’amore per la bellezza delle piccole cose, i grandi temi del suo tempo.

Oggi le rendiamo omaggio con cinque filastrocche che tutti noi, probabilmente anche tu che stai leggendo, abbiamo recitato almeno una volta nella vita.

Buona lettura!

LE FILASTROCCHE DI LINA SCHWARTZ

STELLA STELLINA

Stella stellina
la notte s’avvicina:
la fiamma traballa,
la mucca è nella stalla.
La mucca e il vitello,
la pecora e l’agnello,
la chioccia e il pulcino,
la mamma e il suo bambino.
Ognuno ha il suo piccino,
ognuno ha la sua mamma
e tutti fan la nanna.

Puoi guardare il video di Stella stellina ed ascoltarla nella sezione Canzoni di Portale Bambini

GALLO GALLETTO

Gallo, galletto,
Chicchiricchì
Non ve l’ho detto
Che spunta il dì?
Gallo, galletto,
Alto è già il dì,
Giù da quel letto,
Chicchiricchì.

BOLLI BOLLI PENTOLINO

Bolli bolli pentolino,
fa la pappa al mio bambino;
la rimescola la mamma
mentre il bimbo fa la nanna;
fa la nanna gioia mia
o la pappa scappa via.
Guarda guarda, un cane che scappa!
S’è portato via la pappa.
Via la pappa del bambino
per portar la al cagnolino!
Cagnolin, tutto contento,
se la mangia in un momento.
Se la mangia e fa bu bu,
e la pappa non c’è più!

IL RINOCERONTE CHE PASSA SUL PONTE

Un rinoceronte
che passa sul ponte,
che salta,
che balla,
che gioca con la palla,
che sta sull’attenti,
che fa i complimenti,
che dice buongiorno,
girandosi intorno;
gira e rigira,
la testa mi gira,
non né posso più,
palla pallina cadimi giù.

LA BALIA DELLA LELLA

La balia della Lella, la vuol vestir di lilla
puntarle sulla spalla, la gala con la spilla
“Che bambolina bella, sarai se stai tranquilla!”
la balia dice a Lella. Ma Lella via sfarfalla
e tira e molla e scrolla, la spilla sulla spalla
e il vestitino lilla, e gira e salta e balla
e strilla che par brilla.

LIBRI DI LINA SCHWARTZ

Su Amazon.it è possibile acquistare la raccolta Ancora … E poi basta! edita da Ulrico Hoepli Editore.