Le parole non sono incolori. Non sapendo cosa dire, molto meglio tacere

LETTURE SCELTE

Le parole non sono incolori, non sono semplici, non sono insignificanti, e solo quando nascano dal silenzio lasciano una traccia profonda nel cuore di una paziente, o di un paziente, che le ascolta, e che è in dolorosa attesa della parola del medico; ma queste parole so di non trovarle nei testi di psichiatria, e di trovarle invece nelle lettere di madre Teresa di Calcutta. Non sapendo cosa dire, e come trovare le parole che curano, meglio, molto meglio, tacere, e assegnare la espressione del nostro dolore, e della nostra comprensione, alle parole del corpo vivente che sono quelle dei gesti, degli sguardi e del sorriso, o di una stretta di mano.

BIBLIOGRAFIA
E. BORGNA, Parlarsi: La comunicazione perduta, Einaudi, 2015

PAROLE CHIAVE
Comprensione, Comunicazione, Emozioni, Intelligenza emotiva, Parole, Silenzio

corso bambinologia parliamoci arte di usare parole efficaci