LE SEI QUALITA’ DEI GENITORI E DEGLI INSEGNANTI AUTOREVOLI

Autorevolezza e il carisma sono ciò che contraddistingue un genitore e un insegnante “speciali”: le persone carismatiche le vedi da lontano, con la loro aura sicura e all’altezza del compito.

Non è un caso che, negli anni, moltissimi studiosi si siano cimentati nell’analisi dell’autorevolezza e del carisma come tratti psicologici; in estrema sintesi, possiamo riassumere la mole di ricerche su autorevolezza e carisma in due notizia, una buona e una cattiva.

  • La buona notizia è che – secondo gli psicologi e gli esperti di educazione e formazione – carisma e autorevolezza non sono doti innate: si possono esercitare ed allenare.
  • La cattiva notizia è che per diventare buoni genitori, o buoni insegnanti, non basta leggere qualche libro: bisogna lavorare a fondo su se stessi, trovando le energie e le risorse per cambiare.

LE “CHIAVI” DELL’AUTOREVOLEZZA

Olivia Fox Cabane, autrice di un saggio sul carisma, ha cercato di individuare alcuni fattori comuni a tutte le persone autorevoli e carismatiche su cui poter lavorare; in particolare, ne ha individuati sei:

  • Il potere, ovvero la sicurezza e il controllo di sé; il segreto del potere è che non si tratta di qualcosa di reale, ma di come gli altri ti percepiscono
  • La persuasione, ovvero la capacità di orientare il pensiero degli altri, convincendoli a pensarla come te
  • La comunicazione, ovvero la capacità di usare le parole, ma anche il linguaggio non verbale
  • L’adattabilità: intelligenza emotiva e flessibilità sono doti essenziali per capire con chi stiamo parlando e conquistarli
  • La visione, ovvero un ideale da offrire agli altri; se le persone capiscono che ci muoviamo con la testa e col cuore, che crediamo davvero in quel che facciamo, saranno disposte a seguirci
  • L’immagine: quest’ultimo punto è forse il più scontato

Un  esempio è quello dell’insegnante così come lo vede Isabella Milani: una figura carica di responsabilità sociale, che non ha solo il compito di trasmettere nozioni ma soprattutto quello di appassionare e formare i cittadini di domani. Questo è un esempio di visione (che tra l’altro, ha ispirato all’autrice uno dei migliori saggi in lingua italiana per la crescita personale e professionale dei docenti).

La visione, è un punto di partenza oltre che una caratteristica delle persone carismatiche: se abbiamo una visione chiara, saremo disposti a qualsiasi sforzo per riuscire a realizzarla; compreso lo sforzo più difficile tra tutti: cambiare noi stessi.

E tu, che visione hai della famiglia e/o della scuola?

Se riuscirai a rispondere con chiarezza ed entusiasmo a questa domanda, significa che ti resteranno solo cinque punti su cui lavorare; per cominciare, potresti leggere i due libri che abbiamo citato e che trovi in bibliografia: sono un ottimo per riflettere e cambiare.

Se non sei riuscito ad individuare la tua visione, hai un problema (non un problema patologico, di quelli cui si va da un dottore; piuttosto, è un problema esistenziale: non hai ancora riflettuto a fondo su chi sei e cosa vorresti fare da grande). La buona notizia è che puoi risolverlo! Scopri come fare: esercitati nell’arte del problem solving, utilizzando gli spunti che trovi qui sotto:

Una volta che avrai imparato a scomporre i problemi e ad analizzarli come fossero tessere di un puzzle, sarà più semplice capire quali sono gli ostacoli che ti impediscono di dire con chiarezza quale sia la tua visione.

BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA