lezioni di bambinologia

In questa diciannovesima Lezione di Bambinologia abbiamo deciso di parlarvi del kintsugi, un’antica arte giapponese che ripara oggetti incollandoli con l’oro. Ti proporremo due letture (per PENSARE), seguite da due esercitazioni pratiche (per FARE). Puoi seguire tutto il percorso o estrapolare solo le idee che ti servono. Abbiamo cercato infatti di rendere le lezioni modulari ed interconnesse, in modo tale che ciascuno possa generare il proprio percorso formativo.

Il kintsugi non ha nulla a che vedere con la semplicità e la velocità. Al contrario, è un processo lungo e richiede perizia e precisione. Ma è anche uno splendido esempio di ciò che noi intendiamo con il termine psicosostenibilità.
Spesso, il primo impulso di fronte ad un oggetto rotto è quello di buttarlo. Il kintsugi insegna invece a trasformare le ferite, le “rotture”, in punto di forza. Certamente non tutto sarà come prima, ma può rappresentare un nuovo inizio. Si tratta di fare un passo indietro e, anziché nascondere le cicatrici, inglobarle nella nostra bellezza.

La Bambinologia propone di portare il kintsugi dentro di noi: vorremmo che il kintsugi dell’anima diventasse una pratica quotidiana nelle nostre vite, oltre che un nuovo modo di pensare. Come sempre, vi proponiamo, accanto alle letture scelte, un laboratorio pratico: abbiamo riutilizzato un foglio dipinto ad acquerelli, trasformandolo in un collage ridipinto con l’acrilico dorato. Non è un vero kintsugi, ma è sicuramente una sperimentazione di questa antica arte in modo semplice e alla portata di tutti.

PENSARE

FARE

SCOPRI ANCHE LE ALTRE LEZIONI DI BAMBINOLOGIA

Pin It on Pinterest