lezioni di bambinologia

La ventesima Lezione di Bambinologia si intitola “L’apparenza inganna“: ci occuperemo di eradicare i pregiudizi e sostituirli con una visione più aperta del mondo e dei suoi soggetti/oggetti. Ti proporremo due letture (per PENSARE), seguite da due esercitazioni pratiche (per FARE). Puoi seguire tutto il percorso o estrapolare solo le idee che ti servono. Abbiamo cercato infatti di rendere le lezioni modulari ed interconnesse, in modo tale che ciascuno possa generare il proprio percorso formativo.

Nella Lezione di Bambinologia Numero 7 abbiamo parlato dei pregiudizi legati alla diversità. Esiste però un altro aspetto del pregiudizio che merita una riflessione: quando ci facciamo intrappolare in un ciclo negativo di pregiudizi e pensieri negativi, miniamo il nostro benessere – assai più che quello degli altri – e disperdiamo risorse preziose.
Chi si preoccupa dell’apparenza e di ciò che gli altri pensano di lui, inibisce il proprio potenziale creativo e diventa una vittima di se stessa/o.
Allo stesso tempo, chi si preoccupa di far sapere al mondo ciò che pensa degli altri, distoglie la propria attenzione da pensieri ben più nobili e produttivi. I bambini, in questo senso, sono dei grandi maestri: indugiano poco nel pettegolezzo e non si preoccupano dell’apparenza. È attraverso l’educazione, o meglio, attraverso la cattiva educazione che li introduciamo a questi dis-valori.

Come possiamo fare per imparare a guardare la vita con occhi nuovi? Abbiamo  pensato a un percorso in due passaggi: il primo è quello di prendere le distanze. Ci sono situazioni nelle quali non ci si può buttare a capofitto; un po’ di distacco aiuta, proprio come è successo a Bellerofonte quando ha affrontato la chimera. Successivamente, dovremo superare le apparenze.
Dobbiamo immaginarci di essere la bambina di carta del laboratorio qui sotto: quella bimba non si accontenta di essere un ritaglio; messa a contatto con i colori del mondo, ecco che prende vita.
La cosa più difficile è liberarci dal vuoto dei nostri schemi mentali, spesso tossici, per aprirci a una visione diversa del mondo. Ma la consapevolezza si acquisisce giorno per giorno, attraverso piccoli gesti.
Il giorno migliore per cominciare è oggi!

PENSARE

FARE

SCOPRI ANCHE LE ALTRE LEZIONI DI BAMBINOLOGIA

Pin It on Pinterest