Otto meravigliosi regali per bambini. E non sono giocattoli

Anche in tempi di crisi, i regali sotto l’albero per i bambini non mancano mai. Eppure lo sappiamo bene: “il troppo stroppia”, per dirla con gli antichi detti. Meglio dunque fare un piccolo sforzo e ridurre il numero dei giochi a disposizione o in arrivo, attuando due strategie di cui già in passato vi abbiamo parlato:

Non è cattiveria, ma un modo per insegnare il valore delle cose e i danni degli sprechi: quando si ha troppo non si apprezzano davvero i doni e il bambino finisce per sentirsi sovrastimolato, perdendo di interesse. Provate dunque a lasciare a disposizione meno giochi, quelli che suscitano il maggiore interesse: se infatti le possibilità sono limitate, il bambino riesce a goderne di più, stabilendo una relazione con i giocattoli un po’ più duratura e ricca di valori.

Un altro consiglio è, di fronte alla valanga di regali che solitamente, grazie anche “all’aiuto” di amici e parenti, ci troviamo sotto l’albero, di selezionare quelli un po’ troppo precoci, finchè il bambino non avrà raggiunto l’età per goderne a pieno.

Ricordate sempre e non è solo un leit-motiv della pedagogia: la creatività viene stimolata da giochi inventati o costruiti con ciò che si ha a disposizione. Lasciamo libero il potenziale dei bambini, magari con la scatola della creatività o scatole tematiche e personalizzate che possano davvero colpire la sua immaginazione.

SPUNT-ESERCIZIO: 8 regali meravigliosi e non sono giocattoli!

Come spunt’esercizio oggi, a chiusura di questa brevissima riflessione, vogliamo analizzare con voi un po’ di doni alternativi ai giocattoli. Spesso sottovalutiamo il potere di un regalo da lungo periodo, come ad esempio abbonamenti a spettacoli, corsi, strumenti musicali. In realtà costituiscono doni molto apprezzati e utili.

Ingressi a musei per bambini
Le uscite insieme sono belle ma costose. Perchè non pianificarne qualcuna e regalarsela a Natale?

Abbonamenti
I bambini adorano ricevere le cose per posta: perchè non regaliamo un abbonamento ad una rivista che gli piace, ad una collezione (esempio casa delle bambole, astronave, corpo umano)?

Corsi
Musica, danza, equitazione, disegno: siamo contrari ad oberare i bambini, non certo ad assecondare una passione. Se ad esempio vostro figlio è appassionato di chitarra, perchè non regalare uno strumento a natale e stimolare il suo interesse?

Travestimenti
Perché non improvvisate la cesta dei travestimenti a casa e non mettete in scena il vostro spettacolo?

Idee creative
Oltre alla già citata scatola della creatività, perchè non ipotizzate una scatola delle ricette, stabilendo un giorno da dedicare alla cucina tutti insieme?

Leggere l’ora
Oggi molti bambini non sono molto abili nel leggere l’ora da un orologio analogico, o magari ci mettono troppo tempo, quindi vanno in cerca del digitale. Torniamo alla tradizione e regaliamo loro un orologio, insegnando a leggere le lancette

Giochi e puzzle
Sono ottimi intrattenimenti quando tocca stare a casa nei pomeriggi invernali, aiutano a sviluppare problem solving e pensiero laterale. E poi i giochi insegnano tanto! Provate anche i giochi di memoria per i più piccoli: sono eccezionali.

Libri e book crossing
Spesso i libri, letti e riletti, restano impolverati in libreria. Iniziamo a rendere la lettura un momento sociale: regaliamo libri ed iscriviamoci insieme al book crossing. Un ottimo modo per diffondere la lettura e fare nuove amicizie.

Ricordate che il vostro tempo è il regalo più grande per un bambino ed è scontato dirlo. A volte però andiamo di fretta e ce ne dimentichiamo. Perché allora non istituire una banca del tempo e ogni tanto chiedersi l’un l’altro un piccolo regalo: “Ti va di passare un po’ di tempo insieme, soli, tu ed io?”.

a cura di Alessia de Falco