Non tutto il digitale vien per nuocere. Se c’è il cuore.

Mamma, papà e l’iPad: la famiglia al tempo del digitale

Siete anche voi tra quelli che si chiedono, ogni volta che danno l’iPad in mano al figlio, se gli stanno facendo un danno? Se sì, continuate a leggere. Perché vogliamo riflettere con voi su un tema che spesso affrontiamo marginalmente o con molti pregiudizi.

Noi di Portale Bambini non siamo contro la tecnologia. Al contrario: ha cambiato le nostre vite ed è uno strumento potente. Il problema, però, è che è troppo potente. Pensate a quei ragazzi che si isolano dal mondo immergendosi nell’universo digitale. O a chi si perde nei meandri oscuri del cyberbullismo.

“Ma sono quattro gatti”. Balle: il cyberbullismo colpisce il 29,8% dei bambini tra i 10 e i 12 anni. Il 58,4% dei ragazzi di 13-14 anni. Due milioni di giovani adulti non studiano e non lavorano, ma perdono le giornate dietro uno schermo. Il 21% dei giovani italiani. Sono ancora quattro gatti?

Perché succede? Probabilmente dipende dalla mancanza di empatia. Viviamo in un mondo in cui avere a che fare con gli altri è sempre meno divertente. A volte è penoso. Legami sociali ridotti all’osso, famiglie frammentate, una scuola e un mondo iper-competitivi. E invece di farcene una ragione o di reagire, veniamo allettati dal mondo virtuale, che ci accoglie e ci coccola, facendoci sprofondare pian piano in una inguaribile solitudine.

La soluzione? Metterci il cuore!

L’uomo è un animale sociale ed empatico. Per natura siamo portati a stare in gruppo con i nostri simili; mica con l’iPad!

Dobbiamo recuperare con tanta empatia, con l’amore, con l’attenzione: se i bambini sentiranno che gli vogliamo bene, che non li giudichiamo, che sappiamo ascoltarli, avremo dato loro il più potente antidoto contro l’isolamento digitale. Dobbiamo fargli scoprire e riscoprire la bellezza delle relazioni umane, dell’amicizia, della famiglia e del confronto.

Solo in questo modo tecnologia e umanità potranno convivere in modo virtuoso: dobbiamo dare vita a una società tecno-empatica,

Se non avete ancora iniziato, esercitatevi con la nostra palestra delle emozioni! E’ la soluzione pratica che abbiamo cercato di elaborare per diventare genitori più felici e crescere figli migliori. Sette esercizi giornalieri per tutti.

Appendice: ma tutte queste tecnologie non faranno male?

Chi lo sa. Molti psichiatri e medici sostengono – peraltro con salde prove scientifiche – che dotare i piccolissimi di tablet e smartphone sia pericoloso. Alcuni sostengono poi la pericolosità del digitale in sé. Ne citiamo uno su tutti: lo psichiatra e saggista Manfred Spitzer, che sui danni che la tecnologia può causare ha scritto due bellissimi libri: Demenza digitale e Solitudine digitale.

Tuttavia, come va il mondo è sotto gli occhi di tutti. E qualche pericolo, forse, siamo anche disposti a correrlo. Voi tornereste al mondo di un secolo fa? Noi no.

Fonti dei dati:
sul
cyberbullismo:

Facebook Skin


sulla
generazione neet e l’isolamento digitale:
http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2011-04-20/generazione-neet-064231.shtml?uuid=AaBrISQD

a cura di Matteo Princivalle