Perchè i bambini vogliono sentire sempre le stesse storie? 

L’importanza di una storia, che dia piccole sicurezze ai bambini.  A differenza degli adulti, i bambini danno ai racconti un significato decisamente diverso; diversamente da noi, la loro personalità è in via di sviluppo, così come le preferenze. In tutto questo c’è un’unica costante: vanno alla ricerca di sicurezze, piccoli appigli in un mondo in perenne mutamento.Ecco perché dietro un racconto, si cela molto di più dell’inchiostro e di qualche parola. Nella mente del bambino, i personaggi prendono vita e diventano suoi alleati nel difficile compito di fare i conti con la realtà. I più piccoli non hanno gli strumenti per comprendere il mondo, non possono rendersi conto di essere organismi in crescita; ebbene, come diceva Bettelheim, ci vuole un pizzico di magia, ci vuole un eroe, un mostro, qualcosa in cui credere, qualcosa che ci eviti la paura di ciò che non si conosce.
Le fiabe (ma anche i film e i cartoni animati, sebbene in modo diverso) vengono interiorizzate dai bambini; ad ogni lettura, la narrazione si arricchisce di qualcosa di nuovo. Ripercorrendo le vicende di un personaggio il bambino può sperimentare emozioni, stati mentali, può sperimentare cosa significhi essere un eroe e cosa un drago. Può avere la sicurezza di sapere già come andrà a finire sperimentando però viaggi sempre nuovi.
Non sarebbe meglio proporre fiabe sempre nuove? No, diciamo che il bambino non ha le risorse per comprendere ed utilizzare più fiabe contemporaneamente; la storia serve a far riflettere, ed è un’operazione che richiede tempo. Cambiare sempre sarebbe come chiedere a un adulto di leggere una decina di libri contemporaneamente. Non si fa. Si perderebbe il filo.
E come si fa se noi grandi ci annoiamo a leggere sempre la stessa storia? Questo è un bel problema! Purtroppo noi non siamo come i bambini e andiamo alla ricerca di trame interessanti. È inevitabile, prima o poi ci stuferemo. Però, cerchiamo di riconoscere l’importanza di questa ripetitività ed evitiamo di farla pesare ai bambini, o di scoraggiarli.
Giocare sulla storia. Dovete a tutti i costi evitare la monotonia? Allora provate a coinvolgere il bambino nella lettura e nel racconto; fate finire a lui le frasi e chiedetegli cosa faranno i vari personaggi. Ricordatevi che spesso sanno a memoria interi racconti o film (hanno bisogno di piccole certezze, ma sono intelligenti e dotati di buona memoria i bambini). In questo modo potrete introdurre gradualmente il concetto di lettura attiva, molto importante per elaborare quello che una storia ha da offrirci.