Poesie di aprile

Scoprite tante poesie di aprile in questa sezione di poesie.

LEGGETE ANCHE: Poesie sulla primavera – Storie e leggende di primavera – Filastrocche sui fioriFilastrocche sulla primaveraPoesie sui fiori

Indice delle poesie di aprile

  1. È aprile (testo di: Alessia de Falco e Matteo Princivalle)
  2. Sera d’aprile (testo di: Antonia Pozzi)
  3. Pioggia d’aprile (testo di: Luigi Pirandello)
  4. Aprile (testo di: Federico Garcia Lorca)
  5. Prato d’aprile (testo di: Ada Negri)
  6. Aprile dolce dormire (testo di: Ugo Betti)
  7. La Fata di Aprile (testo di: Monica Sorti)
  8. Aprile (testo di: Manuela P.)
  9. La danza dei colori (testo di: Marianna Incarnato)

poesie di aprile

Poesie di aprile

È aprile

Testo di: Alessia de Falco e Matteo Princivalle

È aprile.
I fiori ti fanno dono di sé.
Le fronde ti avvolgono.
Anche la pioggia è più dolce.
È Aprile.
Mese di pace e tepore.

I classici

Sera d’aprile

Testo di: Antonia Pozzi

Batte la luna soavemente
di là dai vetri
sul mio vaso di primule:
senza vederla la penso
come una grande primula anch’essa,
stupita,
sola,
nel prato azzurro del cielo.

Pioggia d’aprile

Testo di: Luigi Pirandello

Attoniti dai nidi
nuovi, sui vecchi tetti
guardano gli uccelletti,
mettendo acuti gridi
cadere l’invocata
pioggia di mezzo aprile.
Tu dietro la vetrata
dalla finestra bassa
come lor guardi e ridi.
È nuvola che passa.

Aprile

Testo di: Federico Garcia Lorca

Escono allegri i bambini
dalla scuola,
lanciando nell’aria tiepida
d’aprile, tenere canzoni.
Quanta allegria nel profondo
silenzio della stradina!
Un silenzio fatto a pezzi
da risa d’argento nuovo.

Prato d’aprile

Testo di: Ada Negri

C’era un prato: con folte erbe, frammiste
a bianchi fiori, e gialli, e violetti;
e fra esse un brusio di mille piccole
vite felici; e se sull’erbe e i fiori
spirava il vento, con piegar di steli
tutto il prato nel sol trascolorava.
E volavan farfalle, uguali a petali
sciolti dai gambi; e si perdean rapidi
i miei pensieri in quell’aerea danza
ove l’ala era il fiore e il fiore l’ala.

Aprile dolce dormire

Testo di: Ugo Betti

Svegliati, svegliati, campanaro,
la rondine canta, il cielo è chiaro!
Piglia la corda e suona le campane,
chè il fornaro vuol fare il pane,
ogni cuore vuol palpitare.
Ma in ogni casa mamma è desta,
e spalanca la finestra,
e fa tutto pian pianino,
chè ancora dorme il suo bambino.
(Dorme con le manucce strette
e l’angelo chissà cosa ci mette!)
E le campane delle chiesuole:
Ah, che buon’aria! Oh, che buon sole!
Vedrete stamane, il buon Dio
vi farà contento ogni desìo.
Fiorito è il monte, lucente il mare.
E tu perchè non ti vuoi svegliare?

I testi di portalebambini.it

La Fata di Aprile

Testo di: Monica Sorti

Entra danzando e fa una bella spaccata:
è un po’ in ritardo, la primavera è già arrivata,
ma non rientrava tra le sue mansioni,
quella di levarla dal baule delle stagioni,
perché questo incarico, con grande sfarzo,
è stato assegnato alla Fata di Marzo.
Visto che la natura ha ormai aperto gli occhi
lei deve solo dare gli ultimi ritocchi.
Con un colpo di bacchetta e poche mosse
fa diventare le gemme un po’ più grosse
e visto che di già fa un poco caldo
tinge l’erba di un bel verde smeraldo.
Degli orologi inverte le rotte
per allungare il giorno ed accorciar la notte.
Procura tanti scherzi, proprio non se ne esce,
soprattutto il giorno 1 quando si festeggia il Pesce.
E’ una tipa molto calma, che procede piano piano,
quando arriva ti mette voglia di un pisolino sul divano.
E’ adorabile, con il suo profumo primaverile,
è giunta tra di noi la Fata di Aprile.

Aprile

Testo di: Manuela P.
Amore,
Pace.
Rondinelle
In
Libera
Espressione.

La danza dei colori

Testo di: Marianna Incarnato

Si dice Aprile , dolce dormire?
Invece no , mi voglio divertire.
È tanto che sono in casa con videolezioni,
sono pronto a far esplodere le emozioni.
Aprile tu porti la Pasqua e la Risurrezione,
togli da me quest’ agitazione.
Fa’ che il mondo sia sano e vaccinato,
che non sia più affaticato.
Aprile di gioia e di festa,
che possa finire questa tempesta.
Rimanda nell’ aria gioia e armonia,
metti a tacere questa pandemia.
Aprile ti chiedo un ultimo favore,
rimanda nei cuori il buonumore.
Per ballare con te la danza dei colori,
per far rifiorire infiniti amori!