Poesie di maggio

Scoprite tante poesie di maggio in questa sezione di poesie.

LEGGETE ANCHE: Poesie sulla primavera – Storie e leggende di primavera – Filastrocche sui fioriFilastrocche sulla primaveraPoesie sui fiori

Indice delle poesie di maggio

  1. È maggio (testo di: Giovanni Pascoli)
  2. Maggiolata (testo di: Giosuè Carducci)
  3. Maggio (testo di: Renzo Pezzani)
  4. Lieti doni (testo di: Renzo Pezzani)
  5. Maggio (testo di: Erika Porro)
  6. Filastrocca di maggio (testo di: Margherita Bufi)
  7. Il primo maggio (testo di Margherita Bufi)

Poesie di maggio

I classici

È maggio

Testo di: Giovanni Pascoli

A maggio non basta un fiore.
Ho visto una primula: è poco.
Vuoi nel prato le prataiole:
È poco: vuole nel bosco il croco.
È poco: vuole le viole; le bocche
di leone vuole e le stelline dell’odore.
Non basta il melo, il pesco, il pero.
Se manca uno, non c’è nessuno.
È quando è in fiore il muro nero
è quando è in fiore lo stagno bruno,
è quando fa le rose il pruno,
è maggio quando tutto è in fiore.

Maggiolata

Testo di: G. Carducci

Maggio risveglia i nidi,
maggio risveglia i cuori;
porta le ortiche e i fiori,
i serpi e l’usignol.
Schiamazzano i fanciulli
in terra, e in ciel li augelli:
le donne han ne i capelli
rose, ne gli occhi il sol.
Tra colli prati e monti
di fior tutto è una trama:
canta germoglia ed ama
l’acqua la terra il ciel.
E a me germoglia il cuore
di spine un bel boschetto;
tre vipere ho nel petto
e un gufo entro il cervel.

Maggio

Testo di: Renzo Pezzani

Il grano granisce nei campi;
le nubi sono armate di lampi;
la roggia è piena
di acqua spensierata e serena.
Metton fiori i balconi,
il bucato fa bandiera;
dolce fanciulla, la sera
s’ingioiella di costellazioni.
Il giorno è un lungo mattino,
un vitello è nella stalla;
sulle aie si balla
dietro il suono d’un pellegrino.
E il cimitero, poverino,
è verde come un giardino.

Lieti doni

Testo di: Renzo Pezzani

Maggio festoso porta:
le lucciole, i grilli e le ranelle;
il sole dietro le tendine;
i fiumi azzurri e pieni;
le nuvole bianche;
i poggioli fioriti;
le canzoni nel campi;
i papaveri rossi
in mezzo al grano.

Maggio

Testo di: Erika Porro

Ora non è più un miraggio
il bel caldo sta arrivando
ed il mese di maggio
stiamo allegri salutando.
Tanti fiori colorati,
frutti buoni sulle piante,
erba verde in mezzo ai prati
ed il sole più costante.
Della mamma c’è la festa
la vogliamo festeggiare,
tanti doni in una cesta
per poterla ringraziare.
Questo è il mese di Maria,
che è la mamma di Gesù,
preghiere e canti in compagnia,
vuoi unirti anche tu?

Filastrocca di maggio

Testo di: Margherita Bufi

Filastrocca di maggio
finalmente io viaggio!
M’illumina un raggio,
ammiro il paesaggio.
Colline verdeggianti
boschi lussureggianti
montagne incantate
per sane passeggiate.
Prime uscite al mare.
È presto per nuotare?
Respiro aria salmastra
sulla bianca spiaggia.
Il sole ora è più caldo
con l’inverno il conto è saldo.
È proprio primavera,
con maggio è quella vera!

Il primo maggio

Testo di: Margherita Bufi

Oggi che è il primo maggio
ho pensato: Sai che faccio?
Per la festa del lavoro
manifesto insieme a loro.
Anche se son piccolino
ho anch’io un cuoricino.
Ciò che è giusto
voglio fare
per far tutti lavorare
in maniera uniforme
nel rispetto delle norme.
Lo dice la Costituzione
scritta con tanta passione
che il lavoro è un diritto,
quindi io non starò zitto!