Poesie per la festa della donna

Scoprite tante poesie per la festa della donna in questa sezione di poesie.

LEGGETE ANCHE: Poesie sulle emozioni

Indice delle poesie per la festa della donna

  1. A proposito di donne (testo di: Monica Sorti)
  2. Donna (testo di: Gerarda Fusco)
  3. La donna (testo di: Erika Porro)
  4. Ogni donna conosce il suo valore (testo di: Giovanna Bologna)
  5. Mamma, andrà tutto bene (testo di: Giosuè, 10 anni)
  6. Donna (testo di: Raffaella Gatta)
  7. 8 marzo (testo di: Antonella Berti)
  8. Donne (testo di: Raffaella Gatta)
  9. Sorridi donna (testo di: Alda Merini)
  10. Donna (testo di: Giuseppe Ungaretti)
  11. Voce di donna (testo di: Antonia Pozzi)
  12. Ti meriti un amore (testo di: Frida Kahlo)
  13. Sono fatta così (testo di: Jaques Prévert)
  14. Volto di donna (testo di: Rainer Maria Rilke)

poesie per la festa della donna

Poesie per la festa della donna

I testi di portalebambini.it

A proposito di donne

Testo di: Monica Sorti

Devi esser sempre attiva, carismatica e perfetta,
devi fare le magie anche senza la bacchetta.
Devi andare a cento all’ora ma alla griglia di partenza
sei costretta troppe volte a dare a un lui la precedenza.
Ma non darti mai per vinta e asseconda i desideri,
fai valere i tuoi diritti, chiudi in gabbia i tuoi doveri.
Metti i sogni ben in vista, non ti servono cassetti,
chi ti vuole per i pregi deve amare anche i difetti.
Principesse streghe o fate, a seconda del momento,
navighiamo contromano e surfiamo con il vento,
danziamo tutti i giorni e ci giochiamo ogni partita
buttando all’aria i limiti sopra il tavolo della vita.

Donna

Testo di: Gerarda Fusco

Accoccolata mangio cioccolata
donna raggomitolata
mani stanche
tese che attendono un abbraccio
capelli sciolti che cercano intrecci
viso che ha fame di baci
donna fragile
lei
che d improvviso si svela
e mette un fiore nei capelli
si distende lentamente
mani morbide che trattengono il suo viso
e asciugano le sue lacrime
donna vedi come sei bella
quel fiore è sbocciato su di te.

La donna

Testo di: Erika Porro

A immagine e somiglianza di Dio
anche la donna è stata creata,
e da quel che ho sentito anche io
da una costola dell’uomo è nata.
L’8 marzo è la sua festa
e la si deve celebrare
ma la verità è questa:
ogni giorno è da ricordare.
Non dev’essere superiore
a ogni essere vivente
ma nemmeno inferiore:
ci vuole la parità certamente.
Non in un giorno soltanto
la donna dev’essere rispettata
è da proteggere e amare tanto
per la bontà e purezza va ringraziata.

Ogni donna conosce il suo valore

Testo di: Giovanna Bologna

Ogni donna conosce il suo valore
non ha bisogno di tante parole
non importa che tu la lodi
a parole ci son tanti modi!
Ma se tu la rispetti
con pregi e difetti
insegni ai tuoi bambini
che tra uomo e donna non ci sono confini
se quando è stanca una mano le tendi
se da lei sempre tutto non pretendi
se l’aiuti e la sai consolare
nei momenti bui la sai supportare
allora non c’è più bisogno di niente
di tante parole che dice la gente
amala, rispettarla, aiutala, dalle amore non farle del male
perché ogni donna sa quanto vale.

Mamma, andrà tutto bene

Testo di Giosuè, 10 anni

Mamma dolcissima
Amica e consigliera,
Musica dolce che mi accompagna e
Mi guida.
Anche se qualche volta diventi un uragano

Altre volte sei un cielo sereno e
Non riesci a resistere
Dinanzi alle mie carezze,
Restituendomi tutto il tuo grande
amore.
Amami più che puoi, donami

Tutto il tuo cuore.
Un
Tuo piccolo sorriso mi dà
Tanta sicurezza:
“Oasi dove io mi rifugio”.

Baciami, abbracciami e stringimi
E così
Nessuno potrà sostituire l’amore
Eterno che sento per te!

Donna

Testo di: Raffaella Gatta

L’avvocato un po’ assonnato
esce di casa con il tempo contato.
corre, corre in Tribunale
sale e scende giù per le scale,
arriva in aula con tanta gente,
attende, aspetta paziente
sente il suo nome ed esclama: “Presente”.
“Signor Giudice, per favore, posso fare la mia arringa?”
glielo chiese con più grinta.
“Il mio turno è arrivato, vorrei essere ascoltato”.
“Cos’è questa fretta?” gli rispose il Magistrato.
“Ho un bimbo che mi aspetta”.
“Avvocato”
disse il giudice seccato,
“Così non vale
se la mamma vuole fare”.
“Sarò cortese,
senza pretese:
lei ha enunciato
un principio sbagliato.
Ma lo sa, illustre dottore,
che noi del mondo siamo il motore?”

8 marzo

Testo di: Antonella Berti

Ora di pranzo
arriva il mio papi
con fiori gialli
son tanti, son belli.
“Ci vuole proprio
una bella mimosa,
un mazzo a testa,
mie donne di casa.
Per te che lavori
per noi senza posa,
per te che mi rendi
la vita gioiosa.”
“Caro papà,
ti ringrazio davvero
ma la mia festa
non è solo un giorno,
io sono donna
per un’anno intero”.
Dice la mamma:
“Mia piccola, certo,
quello che dici
l’appoggio davvero.
Ma il caro papi
ci offre quei fiori
perché noi siamo
per sempre i suoi
amori.

Donne

Testo di: Raffaella Gatta

Strega, irriverente
lunatica, perdente
così ci tinge certa gente
l’otto marzo non è che un piccolo riscatto.

Testa pensante, intelligenza brillante
istinto scattante che cattura l’istante.

Inverno, autunno, primavera od estate,
non ho bisogno di date,
non ci sono scadenze
per la potenza della mente.

I classici

Sorridi donna

Testo di: Alda Merini

Sorridi donna
sorridi sempre alla vita
anche se lei non ti sorride.
Sorridi agli amori finiti
sorridi ai tuoi dolori
sorridi comunque.
Il tuo sorriso sarà
luce per il tuo cammino
faro per naviganti sperduti.
Il tuo sorriso sarà
un bacio di mamma,
un battito d’ali,
un raggio di sole per tutti.

Donna

Testo di: Giuseppe Ungaretti

Sei la donna che passa
come una foglia.
E lasci agli alberi
un fuoco d’autunno

Voce di donna

Testo di: Antonia Pozzi

Voce di donna
Io nacqui sposa di te soldato.
So che a marce e a guerre
lunghe stagioni ti divelgon da me.
Curva sul focolare aduno bragi,
sopra il tuo letto ho disteso un vessillo,
ma se ti penso all’addiaccio
piove sul mio corpo autunnale
come su un bosco tagliato.
Quando balena il cielo di settembre
e pare un’arma gigantesca sui monti,
salvie rosse mi sbocciano sul cuore.
Che tu mi chiami,
che tu mi usi
con la fiducia che dai alle cose,
come acqua che versi sulle mani
o lana che ti avvolgi intorno al petto.
Sono la scarna siepe del tuo orto
che sta muta a fiorire sotto convogli di zingare stelle.

Ti meriti un amore

Testo di: Frida Kahlo

Ti meriti un amore che ti voglia spettinata,
con tutto e le ragioni che ti fanno alzare in fretta,
con tutto e i demoni che non ti lasciano dormire.
Ti meriti un amore che ti faccia sentire sicura,
in grado di mangiarsi il mondo quando cammina accanto a te,
che senta che i tuoi abbracci sono perfetti per la sua pelle.
Ti meriti un amore che voglia ballare con te,
che trovi il paradiso ogni volta che guarda nei tuoi occhi
e non si stanchi mai di leggere le tue espressioni.
Ti meriti un amore che ti ascolti quando canti,
che ti appoggi quando fai il ridicolo,
che rispetti il tuo essere libera,
che ti accompagni nel tuo volo,
che non abbia paura di cadere.
Ti meriti un amore che ti spazzi via le bugie,
che ti porti l’illusione,
il caffè
e la poesia.

Sono fatta così

Testo di: Jacques Prévert

Sono fatta così
Se ho voglia di ridere
Rido come una matta
Amo colui che m’ama
Non è colpa mia
Se non è sempre quello
Per cui faccio follie
Sono quella che sono
Sono fatta così
Che volete ancora
Che volete da me
Son fatta per piacere
Non c’è niente da fare
Troppo alti i miei tacchi
Troppo arcuate le reni
Troppo sodi i miei seni
Troppo truccati gli occhi
E poi
Che ve ne importa a voi
Sono fatta così
Chi mi vuole son qui
Che cosa ve ne importa
Del mio proprio passato
Certo qualcuno ho amato
E qualcuno ha amato me
Come i giovani che s’amano
Sanno semplicemente amare
Amare amare…
Che vale interrogarmi
Sono qui per piacervi
E niente può cambiarmi.

Volto di donna

Testo di: Rainer Maria Rilke

Volto di donna, nel suo sonno
chiusa, sembra cullata
da qualche suono segreto
che tutta la riempie.
Dal suo corpo sonoro, addormentato,
ella trae la gioia
d´essere un tenero rumore
agli occhi del silenzio.

I nostri video: