poesie sulle donne

L’augurio che vogliamo dedicare a ciascuna di voi è mutuato dalle queste parole:

Cara donna ti auguro di credere sempre nei tuoi sogni, perché senza saresti vuota; ti auguro di non tradire mai te stessa, perché lontana dalla tua verità l’esistenza perde di senso; ti auguro di credere sempre nell’amore, perché se dici !basta! dentro di te qualcosa muore; ti auguro di non dimenticare mai gli altri, anche se la vita è difficile, perché ciascuno di loro è un pezzetto di te stessa. Ti auguro di continuare a ridere, ballare, saltare, cantare anche se non ce n’è motivo, anche se le giornate sono piene di problemi, perché senza la gioia la vita diventa piatta e grigia; ti auguro di guardare il mondo attraverso il contatto con la tua interiorità, perché solo così puoi vedere la realtà nella sua essenza; ti auguro di lasciare spazio nel tuo cuore per il perdono, perché senza di esso si trasforma in pietra; ti auguro di mantenere sempre la porta aperta alla passione, per vivere con intensità ogni piccola cosa; ti auguro di portare sempre con te il rispetto, perché senza di esso è facile calpestare chi ci è vicino; ti auguro di amare gli altri,ma di non dimenticarti che anche tu meriti amore; ti auguro di toccare le corde della spiritualità e di suonarle nella tua vita; ti auguro di essere sempre te stessa, di seguire la voce della tua anima… perché lontana da essa la vita perde colore“.
Simona Oberhammer

Per noi una donna è “tutti i libri che ha letto e tutto ciò in cui crede”, è la forza che mette ogni giorno nel conciliare tante sfide diverse, nell’amare profondamente se stessa e la propria famiglia, nel realizzare i propri sogni.

POESIE SULLA DONNA

DONNE APPASSIONATE

di Cesare Pavese

Le ragazze al crepuscolo scendendo in acqua,
quando il mare svanisce, disteso. Nel bosco
ogni foglia trasale, mentre emergono caute
sulla sabbia e si siedono a riva. La schiuma
fa i suoi giochi inquieti, lungo l’acqua remota.
Le ragazze han paura delle alghe sepolte
sotto le onde, che afferrano le gambe e le spalle:
quant’è nudo, del corpo.
Rimontano rapide a riva
e si chiamano a nome, guardandosi intorno.
Anche le ombre sul fondo del mare, nel buio,
sono enormi e si vedono muovere incerte,
come attratte dai corpi che passano. Il bosco
è un rifugio tranquillo, nel sole calante,
più che il greto, ma piace alle scure ragazze
star sedute all’aperto, nel lenzuolo raccolto.

SONETTO 18

di William Shakespeare

Dovrò paragonarti ad un giorno estivo?
Tu sei più amabile e temperato:
cari bocci scossi da vento eversivo
e il nolo estivo presto è consumato.
L’occhio del cielo è spesso troppo caldo
e la sua faccia sovente s’oscura,
e il Bello al Bello non è sempre saldo,
per caso o per corso della natura.
Ma la tua eterna Estate mai svanirà,
né perderai la Bellezza ch’ora hai,
né la Morte di averti si vanterà
quando in questi versi eterni crescerai.
Finché uomo respira o con occhio vedrà,
fin lì vive Poesia che vita a te dà.

DONNA

di Madre Teresa di Calcutta

Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.
Però ciò che è importante non cambia,
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.
Fino a quando sei viva, sentiti viva.
Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite …
insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
Però non trattenerti mai!

TU NON SEI I TUOI ANNI

di Erin Hanson

Tu non sei i tuoi anni
né la taglia che indossi,
non sei il tuo peso
o il colore dei tuoi capelli.
Non sei il tuo nome,
o le fossette delle tue guance.
Sei tutti i libri che hai letto
e tutte le parole che dici,
sei la tua voce assonnata al mattino
e i sorrisi che provi a nascondere,
sei la dolcezza della tua risata
e ogni lacrima versata,
sei le canzoni urlate così forte
quando sapevi di esser tutta sola.
Sei anche i posti in cui sei stata
e il solo che davvero chiami casa,
sei tutto ciò in cui credi
e le persone a cui vuoi bene,
sei le fotografie nella tua camera
e il futuro che dipingi.
Sei fatta da così tanta bellezza,
ma forse tutto ciò ti sfugge
da quando hai deciso
di esser tutto quello che non sei.

LO SGUARDO DELLE DONNE

di Roberto Benigni

La poesia ci aiuta a compiere
un’esperienza
irripetibile di libertà,
è finzione e ritmo,
ma ci aiuta a intraprendere
un grande viaggio
alla ricerca di uno sguardo.
Quello sguardo che
solo le donne posseggono
e che ci introduce
nel punto più segreto del mondo.

SORRIDI DONNA

 di Alda Merini

Sorridi donna
sorridi sempre alla vita
anche se lei non ti sorride.
Sorridi agli amori finiti
sorridi ai tuoi dolori
sorridi comunque.
Il tuo sorriso sarà
luce per il tuo cammino
faro per naviganti sperduti.
Il tuo sorriso sarà
un bacio di mamma,
un battito d’ali,
un raggio di sole per tutti.

Pin It on Pinterest