Progettare e costruire giochi da tavolo

I giochi da tavolo rappresentano da sempre un utile passatempo che porta a sviluppare capacità ed abilità specifiche come quelle linguistiche, tattiche e strategiche.

La progettazione di un gioco di società consente ai bambini di considerare moltissime variabile, immaginari scenari, predisporre regole, verificare il prototipo e miglioralo.
Un’interessante attività che si potrebbe svolgere a casa o a scuola potrebbe essere proprio creare insieme ai bambini mondi e percorsi che stimolino creatività, immaginazione ma anche capacità di analisi e sintesi dei passaggi necessari alla realizzazione.
Si parte da un’idea di base, ad esempio una storia fantastica. Con i miei bambini abbiamo immaginato di essere catapultati in un mondo fantastico in cui trovare elfi, fate e maghi malvagi.
A questo punto è stato necessario predisporre personaggi, oggetti magici, sistemi a punti e caselle.
L’impostazione iniziale è stata quella del gioco dell’Oca: lungo il percorso abbiamo inserito carte- indovinello con giochi linguistici, come le rime o l’anagramma.
Abbiamo pensato di inserire anche delle caselle-stella in cui le fate regalano desideri, punti oppure oggetti magici che permettono di superare gli incantesimi di maghi e laghi incantati che bloccano nelle caselle e non permettono di andare avanti.
Le regole possono essere semplici e poche all’inizio, ma i bambini giocheranno ad inventare storie e nello stesso tempo predisporranno dei propri giochi da usare con amici o a scuola.
Questa è l’immagine della schermata di Word.

Le caselle possono essere stampate ed assemblate a piacimento su fogli A3 o cartelloni.

E’ possibile usare anche specifici software o app come Rpg Map. Per PC è disponibile Dungeon Painter. E’ online e non è necessario registrarsi, ecco il link Dungeon Painter.

Il programma è molto semplice e consente di creare mappe e mondi fantastici da salvare e stampare anche in formato A3.

Ecco una foto della schermata

E’ possibile partire da mondi e mappe costruite e modificarle. Questo riportato è un esempio di mappa su cui poter giocare. E’ possibile inserire castelli dove superare indovinelli o giochi linguistici o creare trabocchi matematici per ripassare tabelline o allenarsi nei calcoli veloci.

La creatività e l’immaginazione possono spaziare!

a cura di Sabina Tartaglia