Riscopriamo il galateo insieme ai bambini

 

Qualche studioso (nello specifico, Massimo Cicogna della Fondazione Ipsa), nel 2002 sosteneva che i bambini italiani fossero i più maleducati del mondo. In questi 15 anni sarà cambiato qualcosa? Nessuno lo sa, però il problema dell’educazione e del rispetto sono molto sentiti da genitori ed insegnanti: segno che c’è ancora tanto lavoro da fare. Abbiamo dimenticato le buone maniere? Un pochino, ma non è un problema di bambini italiani, cileni o australiani: è l’intera società che, assorbita nel vortice della crescita a tutti i costi, ha messo da parte la reciprocità. E’ un po’ come se considerassimo il tempo speso per gli altri tempo perso. E allora, ecco che, accanto alle regole, mattoncini fondamentali per una crescita serena ed equilibrata, bisognerebbe ricominciare anche a parlare di etichetta. Non quella patinata da corte reale, né quella da buona borghesia. L’etichetta (che peraltro è il diminutivo di etica) è quell’insieme di comportamenti “buoni” che, una volta appresi, ci aiutano a vivere con serenità i nostri rapporti con il mondo.

A scuola di buone maniere, con il galateo

Dove ri-cominciare con le regole per vivere meglio insieme? Il galateo è un ottimo punto di partenza: un codice che contiene nel dettaglio tutte le regole da seguire per risultare gradevoli agli altri e poterci definire delle “belle persone”. Il galateo comincia dall’insegnare come si saluta, ma tratta tutti gli aspetti della vita quotidiana e sociale. E’ una fonte di spunti e risorse utili. Del resto, la scortesia non è segno di genialità, ma di disagio (spesso, nella storia, le menti geniali soffrivano di profondi disagi), dunque di sofferenza interiore. Ecco perché correggerla e sostenerla con le buone maniere non è sbagliato!

SPUNT-ESERCIZIO: galateo personalizzato  Il problema di qualsiasi galateo è quello della personalizzazione: il libro (o il codice) “fotografa” l’insieme delle buone maniere in un dato periodo, secondo una certa società. Secondo noi, invece, ciascuna casa dovrebbe avere le proprie buone maniere. Alcune valgono per tutti, e sono quelle che aiutano a mettere gli ospiti a proprio agio e a rendere più piacevole la giornata. Altre, saranno le “vostre buone maniere”. Lo SPUNT-ESERCIZIO di oggi consiste proprio nello scrivere un vostro galateo, in cui elencare tutti gli atti di cortesia che ritenete irrinunciabili. Potete realizzare un quadernino con le pagine illustrate, potete scrivere il tutto con un editor di testo, al pc. Non ci sono limiti. Impiegherete del tempo, perché le regole e la buona condotta non sono così semplici, però non desistite: come obiettivo per questo mese, impegnatevi (5-10 minuti al giorno) a realizzare un galateo. Per i bambini, sarà un compito incredibilmente formativo. E anche per i grandi!