SETTIMANA DEI MUSEI GRATIS DAL 5 AL 10 MARZO

Amate l’arte e desiderate scoprire l’ingente e spesso poco conosciuto patrimonio artistico del nostro Paese? Ecco una bella iniziativa per voi! Dal 5 al 10 marzo, grazie alla Settimana dei Musei, sarà possibile visitare gratuitamente molti musei e siti archeologici, in tutto il territorio nazionale. L’iniziativa, nata all’interno della Riforma Bonisoli, vuole dare impulso alle attività artistiche in Italia.

La Riforma ha stabilito 20 giorni gratis all’anno di fruizione per tutti i musei italiani. All’imminente “Settimana dei Musei”, si aggiungono altre 8 giornate ticket free, scelte direttamente dai musei autonomi e dai poli regionali. Inoltre sono previste ulteriori 6 giornate gratuite, in concomitanza con la prima domenica di ogni mese, da ottobre a marzo. In parallelo, è prevista una riduzione a soli 2 euro dei biglietti per i ragazzi dai 18 ai 25 anni.

Sul sito del Mibac, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è possibile consultare l’elenco completo dei musei aperti. Il Mibac, con l’obiettivo di promuovere l’iniziativa, ha ideato una campagna di comunicazione istituzionale: canali social e sulle reti Rai verrà trasmesso proprio in questi giorni lo spot realizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma con la regia di Paolo Santamaria. E’ stato inoltre attivato il sito www.iovadoalmuseo.it, che permette di pianificare la propria visita e fare ricerche sui musei aperti.

Sempre sul sito Mibac leggiamo le seguenti dichiarazioni, con riferimento all’iniziativa: “Aumentando il numero di giornate gratuite in tutti i musei statali d’Italia, vogliamo migliorare le modalità di fruizione del nostro patrimonio culturale e far conoscere alcuni tesori nascosti o poco noti, ma ugualmente preziosi”.

Come ormai saprete, crediamo fortemente nel potere dell’arte, capace di liberare espressività ed emozioni: ne abbiamo parlato più volte, ad esempio nel recente articolo L’arte figurativa spiegata ai bambini. A nostro avviso, il modo migliore di scoprire l’arte è viverla, toccandola con mano e sperimentandola.

Lo diciamo sempre, l’arte ha bisogno di matite e pennelli, ma ha anche bisogno di condivisione, di confronto, di quotidianità: quale migliore occasione, allora, di una visita al museo con i nostri bambini?

FONTE

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/visualizza_asset.html_1788319186.html