Storia di due ciliegi innamorati

C’erano una volta due ciliegi innamorati; i loro rami, però, erano lontani e non riuscivano a toccarsi.

Un giorno, una nuvola si accorse di loro.
“Che triste destino” pensò la nuvola, “amarsi e non potersi abbracciare”.
La nuvola scoppiò a piangere e la pioggia agitò le foglie dei ciliegi; ma non fu sufficiente a far toccare i loro rami.

Anche il vento si accorse di loro.
“Che tormento” pensò la tempesta, “non poter abbracciare colui che si ama”.
Il vento soffiò con tutta la forza che aveva, ma non fu sufficiente ad far toccare i loro rami.

Anche la montagna sulla quale crescevano i ciliegi si accorse di loro.
“Poveri figli miei”, pensò la montagna: “chissà come soffrono”.
La montagna scatenò un terremoto e squarciò la terra, ma non fu sufficiente a far toccare i loro rami.

Il terremoto cessò. Fu solo allora che la nuvola, il vento e la montagna si accorsero, guardando dentro la terra spaccata, che le radici dei due ciliegi erano già intrecciate tra loro; chissà da quanto si abbracciavano così.

adattamento di: Alessia de Falco & Matteo Princivalle
Anonimo Giapponese