I misteri della Casa Fantasma 1 – UNA NOTTE DI LUNA PIENA

Storie per bambini di Portale Bambini: la casa fantasma

Era una notte di luna piena e per qualche strana ragione Lino si trovava nel bosco stregato. Nessun bambino avrebbe dovuto girovagare per le montagne dopo il calar del sole e in paese lo sapevano bene. Purtroppo Lino in quel paese ci passava pochi giorni l’anno, troppo pochi per imparare a stare alla larga dai pericoli. Perdipiù, nella casa che il suo papà aveva preso per le vacanze, aveva trovato un antico diario che raccontava di mostri e fantasmi e la cosa lo intrigava moltissimo.

Comunque, torniamo a noi e al nostro bosco stregato: Lino stava girovagando alla ricerca del terribile Nautilorco [un terrificante serpentone marino rimasto intrappolato in una grotta sotterranea poco lontana; Lino aveva letto del mostro nei diari di Faunobaldo] quando aveva perso la strada. Così, stanco, infreddolito e non senza paura aveva cominciato a ripercorrere all’indietro la strada che aveva percorso. Dopo un paio d’ore aveva ritrovato il sentiero che portava a casa ma…

…proprio dove il bosco finiva e il sentiero si univa alla strada si era trovato di fronte a un bivio. Da una parte c’era per davvero la strada, ma dall’altra partiva una minuscola stradicciola di sassi, coperti dal muschio, che portava ad un vecchio cancello arrugginito. “Ma questa strada…non esiste!” Pensò tra sé e sé Lino. E aveva ragione. Il bambino giocava da tempo in quei boschi, e conosceva piuttosto bene i sentieri, anche quelli meno in vista; quello non l’aveva mai notato prima d’ora e da lì era passato centinaia di volte.

Le storie per bambini di Portale Bambini: la casa fantasma
Ecco la Casa Fantasma che ha visto Lino!

Nonostante la stanchezza la curiosità vinse, e Lino si avviò sul sentiero misterioso, attraversò l’antico cancello e si trovò davanti…una vecchia casa abbandonata, il tetto cadente e i muri vecchi e scrostati. Era la Casa Fantasma!

CONTINUA…