Teatro: una nuova disciplina a scuola!

L’importanza del teatro

Abbiamo letto che è in corso un tentativo di restituire dignità didattica al teatro e alla recitazione inserendolo tra le materie curricolari. Leggiamo:

Il Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Davide Faraone, infatti, ha presentato le linee guida per l’utilizzo didattico del teatro all’interno delle scuole. Come lui stesso afferma: “Bisogna uscire dal campo della sperimentazione estemporanea e far sì che il teatro diventi esperienza curricolare a tutti gli effetti”.

Le linee guida dettate dal Ministero, per il momento, indicano per sommi capi il ruolo della nuova materia , che dovrà essere riconosciuta al pari delle altre materie curricolari.  A queste linee dovranno seguire decreti attuativi, grazie ai quali si potrà meglio comprendere la declinazione pratica di quanto ora solo enunciato. (fonte: mamme.it)

La notizia ci rallegra moltissimo: la recitazione è una di quelle arti, così come la musica e la pittura, che permettono al bambino di esprimere se stesso, di lavorare sulle emozioni. E’ un momento per comprendere se stessi, gli altri, il mondo e i pensieri. E’ un esercizio straordinario per la teoria della mente e per migliorare il modo con cui ci relazioniamo

Il teatro aiuta a sviluppare il senso linguistico, ad approfondire il significato delle parole e del dialogo; aiuta ad entrare in una dimensione empatica, introspettiva e comunicativa che oggi, sommersi dal mondo digitale, è più che mai fondamentale.

Recitando il bambino può sperimentare tanti ruoli, tante situazioni, tante emozioni! Proprio come nelle fiabe, può stare al posto dei suoi personaggi preferiti

E voi, cosa ne pensate? Riusciremo in tempi brevi a vedere realizzato questo bel proposito? A vedere i bambini sul palco a recitare, lontani dal giudizio dei grandi e dei voti?