minotauro

In questa scheda puoi trovare la scheda mitologica del Minotauro, terribile mostro della mitologia greca oltre al  mito di Teseo e il Minotauro.

IL MINOTAURO: SCHEDA MITOLOGICA

Il Minotauro era il figlio della regina dell’isola di Creta, Pasifae, e di un gigantesco toro. Questa creatura aveva un corpo umano e camminava su due zampe; aveva però la testa di un toro e la coda. Inoltre, il suo corpo era coperto di pelliccia e al posto dei piedi aveva un paio di zoccoli.
Il Minotauro non era una creatura umana, ma una bestia, dal carattere selvaggio e feroce: per evitare che potesse seminare lo scompiglio in città, il re di Creta, Minosse, lo fece rinchiudere in un gigantesco labirinto.

il minotauro

Ecco il Minotauro, terribile mostro per metà umano e per metà toro.

Vuoi stampare la scheda da colorare del Minotauro? Clicca qui.

TESEO E IL MINOTAURO: IL MITO

C’era una volta, sull’isola di Creta, un re, Minosse, che aveva tentato di ingannare il dio Poseidone. La divinità, infuriata, aveva deciso di punirlo in modo terribile: aveva fatto innamorare la moglie del re, Pasifae, di un gigantesco toro bianco e dai due era nato un figlio mostruoso. Questa creatura, il cui nome era Minotauro, camminava su due zampe, ma aveva le gambe e le braccia coperte di pelo, la coda e, quel che è peggio, una gigantesca testa da toro. Inoltre, questo mostro, si nutriva esclusivamente di carne umana.

Il re Minosse, a causa del suo carattere violento e del suo aspetto raccapricciante, non poté certo tenerlo con lui al palazzo: fu costretto a nasconderlo in un labirinto sotterraneo, il labirinto di Cnosso, costruito in modo che il Minotauro non riuscisse a fuggire. Il Minotauro era ormai cresciuto quando uno dei suoi fratellastri, l’eroe Androgeo, fu ucciso dagli ateniesi. Il ragazzo, infatti, era partito da Creta e aveva raggiunto Atene in occasione dei giochi olimpici ma, siccome aveva vinto in quasi tutte le discipline, era stato assassinato dagli altri atleti, invidiosi di lui.

Minosse, per vendicarsi della morte del figlio, costrinse gli abitanti di Atene (che, nel frattempo, era stata sconfitta in guerra da Creta e quindi costretta ad obbedire ai suoi ordini) a sacrificare ogni anno sette ragazzi e sette ragazza, che sarebbero stati divorati dal Minotauro. Teseo, il figlio del vecchio re di Atene, Egeo, chiese al padre di prendere il posto di uno dei ragazzi: non poteva sopportare l’idea che i suoi amici morissero divorati dal Minotauro; lo avrebbe affrontato in battaglia.

Una volta giunto a Creta, Teseo ebbe modo di conoscere Arianna, la figlia di Minosse e sorellastra del Minotauro; la ragazza si innamorò di lui, sin dal primo sguardo. Così, il giorno seguente, prima che entrasse nel labirinto, gli consegnò un gomitolo (il famoso “filo d’Arianna”), che Teseo srotolò lungo la strada del labirinto.

Il giovane eroe aveva nascosto sotto le sue vesti la sua spada, corta e affilatissima. Non appena raggiunse il Minotauro, lo affrontò in un duello all’ultimo sangue. Il mostro era forte, ma Teseo riuscì ad avere la meglio: con un fendente preciso, staccò la testa del mostro, che cadde a terra morto.

Teseo riuscì a trovare la via d’uscita dal labirinto grazie al filo d’Arianna: lo seguì in direzione opposta a quella in cui lo aveva srotolato e così, in pochi minuti si mise in salvo. Riuscì a salvare anche gli altri ragazzi e le ragazze che erano entrati con lui nel labirinto. All’uscita, lo aspettava Arianna, che volle fuggire insieme a lui.

Teseo la fece salire sulla sua nave e salpò, diretto ad Atene. Sulla via del ritorno, però, si fermò a riposare, insieme ad Arianna e ai suoi compagni, sull’isola di Nasso. Lì, Teseo aspettò che Arianna si addormentasse, poi la abbandonò sull’isola deserta e spiegò le vele verso casa. A dire il vero, nessuno sa perché l’abbia abbandonata: forse gliel’aveva detto in sogno qualche divinità mentre dormiva o, più probabilmente, si trattò semplicemente di una dimenticanza.

Del resto, Teseo era bell’e smemorato: prima di partire per Creta, infatti, suo padre Egeo gli aveva detto di issare delle vele bianche se fosse riuscito a sconfiggere il mostro. Teseo, tutto contento per aver ucciso il Minotauro, se ne dimenticò e rientrò al porto di Atene con le vele nere. Egeo, pensando che il suo amato figlio fosse morto, si buttò in mare dalla torre del suo palazzo e morì.

TESEO E IL MINOTAURO: SCHEDE DIDATTICHE E LABORATORI

COMPRENSIONE DEL TESTO

  1. Arianna era la sorella di Teseo?
  2. Perché Minosse costringeva gli ateniesi a inviare ogni anno sette ragazzi e sette ragazze da dare in pasto al Minotauro?
  3. Perché Minosse fece rinchiudere il Minotauro in un labirinto?
  4. Come si chiamava il labirinto in cui era rinchiuso il Minotauro?
  5. Egeo era il figlio di Teseo. Vero o falso?
  6. In che modo Teseo riuscì ad uscire dal labirinto?
  7. Cosa fece Teseo una volta uscito dal labirinto?
  8. Teseo portò con se Arianna fino ad Atene?

LABORATORIO NARRATIVO

E se la storia fosse andata diversamente? Prova ad immaginare un mito alternativo, in cui:

  1. Il Minotauro riesce ad uscire dal labirinto prima che vi entri Teseo e incontra la sorellastra Arianna.
  2. Teseo convince il Minotauro a diventare vegetariano e i due diventano amici.
  3. Minosse viene a sapere che esiste una pozione magica, nascosta in una grotta lontana, con il potere di trasformare il Minotauro in un uomo; decide così di andare a cercarla per salvare suo figlio.
  4. Teseo, una volta entrato nel labirinto, ha talmente tanta paura che si trasforma in una mosca e vola via.

Come potrebbero finire queste storie? Inventa, racconta e disegna!

Teseo e il Minotauro (con i laboratori didattici) è disponibile anche come scheda PDF da stampare. Puoi scaricarla cliccando qui ⇒ Teseo e il Minotauro – Scheda stampabile

TESEO E IL MINOTAURO: EDIZIONE CONSIGLIATA

Se stai cercando un’edizione cartacea del mito di Teseo e il minotauro ti suggeriamo quella pubblicata da Lisciani Libri: una rivisitazione del mito che viene raccontato all’interno di una cornice contemporanea. Questo testo è una valida lettura per tutta la classe.

il mito di teseo e il minotauro

Puoi acquistare questo libro in offerta su amazon.it.

ALTRI MITI PER BAMBINI

Pin It on Pinterest