Un incredibile fantastico viaggio

Un incredibile fantastico viaggio

Testo di: Germana Bruno

Cos’è successo, ahimè, tutto d’un tratto?
Mi sono perso o solo un po’ distratto?
Ero in cammino, giunto a metà strada
e son finito tra dolori e grida.
In quella selva fitta e scura scura,
io vi confesso che ho avuto gran paura,
ho fatto un salto più lungo di un millennio
perché mi ha accolto il poeta più degno.
Virgilio mi ha dato la sua mano,
è venuto per me da lontano,
la sua presenza mi ha rassicurato
e tutto a un tratto ero meno disperato.
Voi penserete che è tutta fantasia,
non è proprio così, parola mia,
ho visto cose brutte e dolorose,
ma pure splendide e bianche rose.
Ho fatto un viaggio ultraterreno,
però non ho incontrato alcun alieno,
soltanto anime sofferenti e sconsolate,
alcune in attesa e altre beate.
Ho anche rivisto il mio più grande amore
e questo mi ha rasserenato il cuore
io grazie a Dio ho visto tutto questo
e ho voluto narrarlo chiaro e presto.
Ci ho messo il mio estro e la mia fantasia
per far sì che ognuno qui migliore sia,
il viaggio vero da fare è questa vita
e se si fa bene può esser gioia infinita.

Schede stampabili

Filastrocca da colorare: Un incredibile fantastico viaggio