La lettera di gratitudine
Prova a pensare all’ultima volta che una persona che conosci bene ti ha fatto un favore, per il quale non le hai espresso la tua gratitudine. Fatto? Nella frenesia delle nostre vite è facile dimenticarsi di essere grati agli altri.
Ti piacerebbe stare meglio e far entrare le emozioni positive nella tua giornata e nella tua vita? Non dovrai fare altro che scrivere una lettera di gratitudine, indirizzata alla persona che hai individuato attraverso la domanda in apertura; non dovrai scrivere un tema lungo: 300 parole sono più che sufficienti. Fin qui l’esercizio è piuttosto semplice. Dopo aver scritto una bella lettera, dovrai consegnarla personalmente al destinatario; perché l’efficacia dell’esercizio sia massima, dovresti leggerla.

Interventi positivi per educarci al benessere
L’esercizio della lettera può sembrare banale; al contrario, si tratta di un intervento scientifico, la cui efficacia è stata dimostrata da test svolti su migliaia di persone. Esprimere la propria gratitudine agli altri presenta due effetti benefici: il primo è quello di attivare emozioni positive (uno degli elementi chiave per il benessere); l’altro è quello di costruire buone relazioni sociali. Le lettere di gratitudine – magari in forma ridotta da 50, 100 e 200 parole – sono un ottimo esercizio anche per i più piccoli. Chiedete loro di pensare ad una persona che vorrebbero ringraziare e di scriverle una breve lettera nella quale esprimono la loro gratitudine: la scrittura creativa incontrerà la crescita personale.

Pin It on Pinterest