Il collage è uno dei primi modi di avvicinare i bambini, anche molto piccoli, alle attività di bricolage. I bambini adorano assemblare i pezzi di carta e fare composizioni colorate, per cui si può provare, sotto la guida di maestre o genitori, a tagliare e incollare, creando piccoli capolavori. Il collage è un modo per passare del tempo insieme: si tratta di una tecnica che prevede di creare immagini, incollando pezzetti di carta, fogli di giornale, fotografie, fiocchi e decorazioni su un cartoncino. Con l’arrivo del digitale, viene spesso utilizzato per creare composizioni virtuali, con foto e immagini, come spiegato nell’approfondimento specifico sui collage foto.

collage

In realtà la cosa bella del collage è che, come spiega la sua etimologia, dal francese “coller” ovvero “incollare”, permette, a partire dall’incollaggio, di sperimentare con diversi materiali e di avere splendidi risultati. Quindi non limitate la vostra creatività: il collage permette ai bambini di allenarsi su diversi fronti, stimolando l’immaginazione e allenando la motricità fine. E’ un’attività di precisione ma, allo stesso tempo, permette di utilizzare la fantasia. Se ritagliamo una cucina verde da una pagina di giornale, potremmo trasformarla nel prato del nostro paesaggio collage. Visto com’è semplice?

Matisse e i collage espressionisti: qualche idea da copiare

Tra gli artisti che si sono appassionati a questa tecnica, troviamo Henri Matisse, che l’ha utilizzata lavorando sulla bidimensionalità e sulla sovrapposizione di forme geometriche più o meno curvilinee. Matisse era solito preparare grandi fogli dipingendoli con tempera diluita, dopodichè ritagliava le figure e creava le composizioni, dando vita a opere denominate “gouaches découpès“. E’ un’esperienza che si può proporre ai bambini, avendo l’accortezza di recuperare fogli di carta ruvida, fogli di carta colorata, dei cartoncini A3, delle forbici, della colla e degli acquerelli (o della tempera molto diluita).

In questo caso, ispirati da Matisse, fate disegnare ai bambini quadrati e rettangoli abbastanza ampi, suggerendo di colorarli secondo il loro gusto. Una volta asciugati, aiutateli a ritagliarli nella forma che preferite: ecco pronti i tasselli del vostro collage, da incollare sul cartoncino, in maniera schematica, ma astratta.

Sicuramente le opere d’arte di Henri Matisse, esponente dei Fauves e tra gli artisti espressionisti più influenti e importanti, affascinano non solo gli adulti, ma anche i bambini, colpiti da una forma d’arte davvero vicino al loro modo di sentire. Scoprirla attraverso la manualità, un laboratorio creativo, e non soltanto nella teoria, è un ottimo modo per innamorarsi dell’arte.

Come si realizza un collage con la carta

Abbiamo visto la versione espressionista del collage, che chiaramente si presta a molte varianti: potete realizzare paesaggi, animali, fiori e, più in generale, tutto ciò che la fantasia vi suggerisce. Recuperate come prima cosa i materiali: carta di riviste, cartoncino, colla stick e forbici. Si possono anche usare del cartoncino colorato, carta copiativa, buste di plastica, carta velina, carta riciclata, riviste, carta da parati o alluminio. Alcuni utilizzano vecchie fotografie, per dare un tocco retrò al collage.

I passaggi da seguire sono i seguenti:

  • create lo sfondo: se ad esempio volete riprodurre un bosco, iniziate con il verde del prato e l’azzurro del cielo, cui andrete via via a sovrapporre le nuvole, gli alberi, il sole e, perchè no, qualche animaletto
  • tagliate la carta: prendete le riviste e scegliete le pagine da ritagliare, orientandovi sulla base dei colori che vi servono. Potete anche create una sorta di cornice, utilizzando delle strisce di cartoncino colorato o nero
  • incollate: una volta preparati i pezzetti da assemblare, ricoprite il cartoncino. Fate scegliere ai bimbi i colori, vi stupirete degli accostamenti cromatici

Alcune idee per i collage di carta

Di seguito proponiamo qualche spunto creativo da rielaborare secondo il vostro gusto:

.- Paesaggio con i ritagli di giornale: proviamo con una barchetta in mezzo al mare o un prato con una casetta dei fiori, per poi avventurarci in panorami più complessi;
– Vestiti collage per le bamboline di carta: potreste provare a realizzare una sagoma di carta, che rappresenti un bambino e poi farvi aiutare dai piccoli stilisti a vestirla, scegliendo le fantasie più variopinte;
– Maschere collage: con la tecnica del collage si possono realizzare delle coloratissime maschere, ritagliando delle forme con occhi e bocca e decorandole con della carta di riviste colorate.

Le alternative alla carta

Oltre alla carta di giornale e ai cartoncini, ci sono suggestive varianti da provare, che prevedono l’utilizzo della carta velina e della stoffa.

Collage di carta velina

Bisogna preparare una base su cartoncino nero, intagliandola come se fosse una vetrata, con l’ausilio di un taglierino (in questo caso, meglio che ci sia un adulto a supervisionare o realizzare questa prima fase). Dopodichè, stando un po’ attenti a non strapparla, si taglierà la carta velina, incollandola negli spazi vuoti. L’effetto sarà davvero spettacolare, soprattutto alla luce appoggiato alla finestra o al balcone, dove il collage sembrerà una vetrata.

Collage di stoffa

Si tratta di una tecnica semplicissima che permette di realizzare originali composizioni fai da te. In questo caso si utilizzano i pezzetti di stoffa al posto della carta, colla vinilica e forbici. Tra le alternative da provare, suggeriamo l’albero di stoffa. Chiedete ai bambini di disegnare la sagoma dell’albero sul foglio e poi aiutateli a tagliare la stoffa a pezzetti piccoli. Dopodichè fissate i pezzetti sulla a sagoma, alternando i colori.

Non importa se l’albero non sarà realistico: fate scegliere gli scampoli di stoffa ai bimbi secondo la loro immaginazione.
Con la stessa tecnica si possono realizzare paesaggi variopinti e molto suggestivi che potranno andare a decorare la cameretta.

Collage di bottoni

Se poi volete osare, potete ispirarvi all’estro creativo di Michael Mapes, artista statunitense che utilizza per i suoi collage fotografie, bottoni, pezzi di vetro, lenti d’ingrandimento, lembi di tessuto, capsule, paillettes . Combinando i diversi materiali, l’artista dà vita a ritratti molto originali. Noi possiamo limitarci a una versione semplificata, usando ad esempio i bottoni per creare un bouquet collage di fiori.

collage michael mapes

Libri sul collage

Per approfondire questa tecnica, potete dare un’occhiata a: Artisti in erba di Fiona Watt. Troverete suggerimenti su tanti laboratori creativi, tra cui i collage con materiali semplici come carta e cartoncino.

   

Pin It on Pinterest