Filastrocche per la festa del papà

Scoprite tante filastrocche per la festa del papà in questa sezione di filastrocche.

LEGGETE ANCHE: Filastrocche per la festa della mamma

Indice delle filastrocche per la festa del papà

  1. Papà (testo di: Antonella Berti)
  2. Il ritratto del papà (testo di: Patrizia Mauro)
  3. 19 marzo (testo di: Antonella Berti)
  4. Tempo bello con papà(testo di: Patrizia Mauro)
  5. L’abbraccio del papà (testo di: Patrizia Mauro)
  6. Che bontà (testo di: Patrizia Mauro)
  7. Papà (testo di: Federica Semprini)

Filastrocche per la festa del papà

I testi di portalebambini.it

Papà

Testo di: Antonella Berti

Mi piaci quando per far la colazione
spremi agrumi per almeno sei persone.
Quando per farmi due semplici codini
ti ci vuole un negozio di nastrini.

Quando per andare a scuola in fretta
buchi la ruota della bicicletta.
Quando per fare due semplici bistecche
sporchi tre piatti, due padelle e sei forchette.

Quando, anche se stanco,
di sera, a casa, vuoi starmi sempre a fianco
facendomi giocare e divertire.
papà, ti voglio bene da impazzire!

Il ritratto del papà

Testo di: Patrizia Mauro

È la tua festa, caro papà.
Ho il cuore pieno di felicità!
Per i miei auguri, dolci e sinceri,
ho preparato pennelli e colori.
Giallo di sole a un papà sorridente,
blu, ti regalo una stella cadente,
rosso è il colore che batte nel petto
se abbracci forte il tuo figlioletto.
Poi, mescolando i colori con cura,
avrò ogni altra sfumatura,
un arcobaleno vivace e prezioso.
Papà, lo vedi? Sei meraviglioso!

19 marzo

Testo di: Antonella Berti

Dato che, papino, è la tua festa
ho pensato di prepararti una mia lista
di ciò che possiam far per rallegrarci,
di ciò che possiam far per divertirci:
1) Star sempre insieme riempirci di bacini,
farci le fusa come due gattini!
2) Spiccare in volo, in giro per il mondo,
passando su Turchia, Egitto e Congo.
3) Giocare nel parco qui vicino
tra la vasca della sabbia e l’altalena.
torneresti, per un po’, con me, bambino!
4) Leggere un bel libro interessante
mentre beviamo un succo dissetante
5) Guardare i nostri cartoni preferiti
di draghi,cavalieri maghi e amuleti.
6) Mangiare insieme tanti pasticcini,
cannoli, pasterelle e torroncini.
Se pensi che la lista possa andare
auguri, papi mio, fatti abbracciare!

Tempo bello con papà

Testo di: Patrizia Mauro

Per la tua festa, caro papà,
ho qui un regalo che ti piacerà:
qualcosa di nuovo, prezioso e carino
che non mi costa nemmeno un soldino!
Lo vuoi sapere, papino buono,
cosa ho pensato di farti in dono?
Tempo per ridere e per stare insieme,
per dirti quanto ti voglio bene,
ore a giocare con le costruzioni
dimenticando le preoccupazioni,
tempo per leggere insieme una storia,
per divertirci facendo baldoria
e, per sconfiggere la tua stanchezza,
dolci momenti di tenerezza.
Questo regalo non l’ho trovato
su uno scaffale del supermercato
ma nel mio cuore di bambino
che vuole averti ogni ora vicino.

L’abbraccio del papà

Testo di: Patrizia Mauro

Il tuo abbraccio, papà
è grande più del mare:
mi stringi forte al cuore
e mi sai consolare.
Il tuo abbraccio, papà,
è caldo più del sole:
mi guida e mi incoraggia
più di mille parole.
Il tuo abbraccio, papà,
è come il cielo blu:
brilla di mille stelle…
la più bella sei tu!

Questa è la filastrocca illustrata:

Clicca qui per scaricare questa filastrocca per il papà.

Che bontà

Testo di: Patrizia Mauro

Mi voglio trasformare in un cuoco speciale
per prepararti, babbo, un pranzo originale:
un antipasto fresco a base di bacini,
poi coccole rotonde come dei tortellini,
un piatto di carezze tenere e delicate
col contorno leggero di gioia e di risate.
Per chiudere in bellezza questo pranzo speciale
ho tutta la dolcezza che un bimbo ti sa dare!

Ecco la filastrocca illustrata:

poesie e filastrocche festa del papà

Clicca qui per scaricare la filastrocca illustrata.

Papà

Testo di: Federica Semprini

Un nuovo super eroe si aggira in città
È alto, forte, paura non ha.
È lui! È lui! È il mio super-papà !
Ogni domenica mi porta al parchetto
E poi di corsa a casa a fare il bagnetto
Senza paura mi mette il pigiamino
Con lui nessun mostro è sotto il mio lettino!

Filastrocche dei grandi autori

PAPÀ, RADICE E LUCE, PORTAMI ANCORA PER MANO

di Maria Luisa Spaziani

Papà, radice e luce, portami ancora per mano
nell’ottobre dorato del primo giorno di scuola.
Le rondini partivano, strillavano:
fra cinquant’anni ci ricorderai.

SABBIA E SPUMA

di Kahlil Gibran

Per sempre camminerò su questi lidi,
Tra la sabbia e la spuma,
L’alta marea cancellerà le mie orme,
E il vento soffierà via la spuma.
Ma il mare e la spiaggia rimarranno
Per sempre.

MIO PADRE

di Antonio Machado

Io ho quasi un ritratto
del mio caro padre, nel tempo,
ma il tempo se lo porta via…
Mio padre nel giardino di casa nostra
mio padre tra i suoi libri, che lavora.
Gli occhi grandi, l’alta fronte
il viso scarno, i baffi lisci.
Mio padre nel giardino della nostra casa
medita, sogna, soffre, parla forte.
Passeggia. Oh padre mio ancora
sei lì e il tempo non ti ha cancellato!
Ormai sono più vecchio di te, padre mio,
quando mi baciavi.
Ma nel ricordo, sono anche il bimbo che tu
conducevi per mano.

ALTRE RISORSE PER IL PAPÀ