LA TECNICA DI FEYNMAN

tecnica di feynman
Art: Felicita Sala

La tecnica di Feynman, che prende il suo nome da Richard Feynman (un fisico statunitense che vinse il premio Nobel nel 1965 per i suoi studi nel campo della meccanica quantistica), è una tecnica per memorizzare ed esporre argomenti, semplici o complessi.

LA TECNICA DI FEYNMAN

Questa tecnica può essere utilizzata da chiunque; non è necessario un allenamento specifico per poterla utilizzare, né la conoscenza di tecniche o principi complicati. Qualunque persona, adulto o bambino, può imparare con successo la tecnica di Feynman e utilizzarla per studiare meglio o approcciare i nuovi argomenti.

Il punto di forza della tecnica di Feynman è proprio la sua semplicità.

I TRE PASSAGGI DELLA TECNICA

La tecnica di Feynman si compone di tre passaggi:

  • Il primo, che consiste nell’individuare il titolo dell’argomento e scriverlo su un foglio
  • Il secondo, che consiste nello scrivere sullo stesso foglio tutti gli elementi importanti dell’argomento, semplificandoli come se li si dovessero spiegare ad un bambino.
  • Il terzo, che consiste nella revisione dello stesso e nell’ulteriore semplificazione, utilizzando anche metafore ed esempi.

Attenzione: nello scrivere, il linguaggio dovrà essere semplificato quanto più possibile: bisogna immaginare di dover spiegare l’argomento ad una persona che non ne sa nulla, un bambino ad esempio.

Questa tecnica si fonda sul principio secondo cui il modo migliore per imparare qualcosa è insegnarla. Con quest’obiettivo in mente, la lettura che faremo sarà di tipo attivo, così come la rielaborazione dell’argomento.
La semplificazione e la riduzione dei concetti difficili in concetti più semplici, aiuta ad elaborare meglio, in modo più profondo. Inoltre, permette di collegare ogni nuovo argomento con le conoscenze già in possesso dell’individuo, dando vita ad una fitta rete neurale.