Come è nato l’arcobaleno?

come è nato l'arcobaleno

COME È NATO L’ARCOBALENO?

Alessia de Falco & Matteo Princivalle

Tanto tempo fa sulla Terra non c’erano colori e in cielo non splendeva mai l’arcobaleno.
I colori vivevano ciascuno per conto suo e se due di loro, per caso, si fossero incontrati, avrebbero cominciato a litigare per il più e per il meno.
Il cielo risuonava dei loro schiamazzi:
“Ehi verde, questa è casa mia. Esci subito di lì”.
“Ma cosa dici? Il cielo è di tutti e io posso fare quel che mi pare”.
“Viola, tu porti sfortuna. Devi starci lontano”.
“E tu, giallo, sei troppo simile al Sole. Un giorno o l’altro diventerai caldissimo e noi ci scioglieremo”.
Insomma, ogni occasione era buona per litigare. Per di più, i colori erano pigri ed egoisti: se uno di loro si trovava in difficoltà, nessuno accorreva ad aiutarlo e il cielo si riempiva del suo pianto disperato.
Un giorno le nuvole, che vivevano ancora più in alto dei colori (sopra di loro c’erano soltanto il Sole, la Luna e le stelle) si stancarono dei loro schiamazzi e di quei litigi continui. Si riunirono in consiglio e decisero di dare una lezione ai colori: si abbracciarono con tutta la forza che avevano e scatenarono uno spaventoso temporale.
In un battibaleno, i colori si trovarono sotto la pioggia, la grandine, i tuoni e i fulmini: in tutta la loro vita non avevano mai assistito ad un temporale come quello.
Infatti, prima di allora, le nuvole facevano cadere soltanto la pioggerella necessaria per innaffiare i campi e le foreste.
I colori, terrorizzati, si avvicinarono e si abbracciarono per darsi coraggio.
“Ce la faremo” disse il rosso.
“Passerà” disse il blu.
“Abbracciamoci” disse l’arancione.
Le nuvole, vedendo i colori stretti insieme, decisero che la punizione era stata sufficiente e posero fine all’acquazzone.
Tornò il Sole e i colori, che erano rimasti abbracciati, cominciarono a risplendere: era nato l’arcobaleno. Da quel giorno smisero di litigare e divennero inseparabili: insieme fondarono la città di Arcobalenia, la città dell’amicizia ritrovata.
Le loro lacrime invece, scesero sulla Terra insieme alla pioggia e si posarono qua e là: le lacrime del verde sui prati e sugli alberi, le lacrime del blu sull’oceano, le lacrime del giallo sui fiori e sul grano, le lacrime del rosso sulle rose e così via. Da allora anche la Terra ha i suoi colori.

Scoprite l’albo illustrato

Come è nato l’arcobaleno è anche un albo a colori per i più piccoli!  Se la storia vi è piaciuta, aiutateci a crescere e acquistatelo su amazon.it:

Audiofiaba