Il quilling è una tecnica molto antica che permette di realizzare dei veri e propri capolavori arrotolando strisce di carta colorata, che poi vengono sagomate e incollate insieme. A volte viene denominata “l’arte dei riccioli di carta”, proprio perché si parte da forme arrotolate. Anche se a prima vista può sembrare complicato, in realtà lo è meno di ciò che sembra.

Con un po’ di allenamento si possono realizzare lavoretti e decorazioni bellissimi. Peraltro, essendo una tecnica che richiede precisione e pazienza, può essere un ottimo allenamento anti noia anche per i bambini. In questa mini guida vi diamo qualche indicazione sui materiali da usare, le forme base del quilling e dove approfondire questo argomento (se, come ci auspichiamo, susciterà il vostro interesse).

Cosa serve per iniziare




La tecnica del quilling non richiede materiali particolarmente difficili da reperire. Procuratevi:

  • strisce di carta colorata non troppo spesse
  • penna o stuzzicadenti un po’ spesso (ad esempio quelli degli spiedini)
  • colla vinilica
  • forbice

La carta apposita per quilling si trova nei negozi specializzati, ma anche online, dove è possibile acquistare a prezzi convenienti anche i kit completi, con tutto l’occorrente per lavorare. Il kit di solito serve per arrotolare le strisce di carta in maniera più precisa, ma, almeno all’inizio, penna o stuzzicadenti rappresentano una valida alternativa.

Le forme base del quilling

Il quilling prevede la creazione di composizioni realizzate assemblando forme base di due diversi tipi: arricciate e tonde. Le forme tonde, una sorta di “rotolini”, sono abbastanza semplici: si avvolgono su se stesse le strisce di carta, chiudendole con una goccia di colla vinilica. Per le forme più larghe occorre lasciar allargare leggermente il cerchietto prima di incollarlo, per poi poterlo modellare schiacciandolo con le dita, ottenendo ad esempio le forme più allungate (quelle dette “occhio”).

quilling forme tonde

Il nostro consiglio è di iniziare con queste forme per impratichirvi. Potete ad esempio realizzare ciondoli o orecchini, ma anche fiori per personalizzare biglietti d’auguri e porta foto.

quilling fiore

Una volta presa la mano con le forme tonde, potete cimentarvi con quelle arricciate che sono un po’ più complesse. La carta va arrotolata sulla penna o sull’apposito supporto, ma in questo caso non bisogna chiuderla ed incollarla come abbiamo spiegato in precedenza. Bisogna invece lasciarla aperta, ripiegandola in senso opposto, per essere nuovamente arricciata. Nelle composizioni più avanzate si utilizzano gli slotted tool, strumenti di precisione per ottenere un’arricciatura perfetta.

Qui trovate qualche spunto:

quilling

Il passaggio finale, una volta realizzate le forme necessarie a dar vita al vostro capolavoro è l’assemblaggio con la colla. Se ad esempio state realizzando un fiore, dovrete incollare i vari petali intorno alla corolla con la colla vinilica. Potete aiutarvi con uno stecchino da denti o con delle pinzette. Una volta ultimata la vostra creazione, lasciatela asciugare il tempo necessario. Dopodichè potete fissarla su cartoncino o stoffa. Le possibilità sono infinite: con il quilling si possono creare bijou, biglietti da visita o personalizzare cornici.

Per saperne di più sul quilling: i nostri consigli

Sicuramente questa guida rappresenta un’infarinatura generale e non esaustiva. Il nostro obiettivo non era quello di tenere un corso avanzato di quilling, ma di farvi incuriosire, perché riteniamo che sia un’esperienza molto piacevole e possa offrire belle soddisfazioni a piccoli e grandi artisti. Per approfondire, vi suggeriamo alcuni testi di riferimento.

Ad esempio potreste provare a dare un’occhiata a Quilling. Creazioni originali in filigrana di carta di M. Angela Carlessi, per Il Castello: propone non solo una spiegazione accurata delle diverse forme base (occhio, tondo, goccia) ma anche numerosi progetti da realizzare, pensati sia per principianti sia per esperti: orecchini, svuota-tasche, fiori, decorazioni natalizie. Sicuramente occorre un po’ di pratica per imparare, ma siamo certi che il quilling vi affascinerà, così come è capitato con noi.






   

Pin It on Pinterest