battaglia di carta giochi per bambini

Un bel gioco di movimento che si può allestire in casa, in ludoteca e anche all’aperto (a patto di avere una superficie liscia e pianeggiante).

BATTAGLIA DI CARTA: SCHEDA DEL GIOCO

Tipologia: competitivo a squadre
Materiali: carta, nastro adesivo di carta o nastro adesivo colorato
Giocatori: 4-16
Età: 6-10 anni
Ruoli: animatore
Regole:

  • Accartocciando dei vecchi giornali, si realizzano delle palline di carta e se ne consegnano 3 per ciascun giocatore;
  • Al centro del campo di gioco si realizzano due aree quadrate con il nastro di carta; le aree devono essere grandi più o meno 30 x 30 cm; se i giocatori sono già esperti è possibile restringere l’area, se sono alle prime armi si può abbondare con i centimetri;
  • Divisi i giocatori in due squadre, si collocano in linea retta ai bordi del campo; se giochi in una stanza, puoi posizionare i giocatori sulle due pareti opposte della camera; ogni squadra sceglierà quale delle due aree delimitate dal nastro sarà la sua;
  • Al “Via!”, i giocatori delle due squadre dovranno lanciare le loro palline di carta cercando di fare entrare nella propria area; il tempo a disposizione per lanciare è di 3 minuti; se un giocatore, lanciando la sua pallina, farà uscire dall’area la pallina di un compagno, quel punto non sarà conteggiato al termine della partita;
  • Allo scadere del tempo, la squadra che avrà più palline di carta nella sua area vincerà la partita.

Questo gioco  è un ottimo esercizio per lavorare sulla coordinazione oculo-manuale e sulla motricità; grazie all’atmosfera “competitiva” (in senso buono) che si instaura nei giocatori delle due squadre, il gioco si può proporre con ottimi risultati anche senza essere animatori professionisti.

Inoltre, siccome non c’è un contatto diretto tra i giocatori delle due squadre e non c’è possibilità di errori, bari o scorrettezze varie, sarà molto difficile che una squadra possa contestare i risultati.

SUGGERIMENTI

Per una buona riuscita, i giocatori di ciascuna squadra dovranno imparare a sfruttare al meglio il tempo a loro disposizione, evitando di lanciare alla rinfusa tutte le palline nei primi secondi di gioco. In qualità di animatore, potresti suggerire loro di lanciare le palline una alla volta, in modo tale che vi sia concentrazione e che ciascuno possa prendere la mira con calma. Per evitare che questo suggerimento venga “imposto” ai giocatori, potrai introdurlo dopo le prime 2/3 partite.

Durando le partite 3 minuti ciascuna, potrai strutturare una partita di “Battaglia di carta” in 4 match, invertendo il campo di gioco e le aree di ciascuna squadra tra un match e l’altro.

 

Pin It on Pinterest